L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

martedì, 19 novembre 2019

Ultimi giorni di afa, poi violenti temporali sulle Marche

di Sergio Silvi
MARCHE - La Protezione Civile della Regione Marche ha emesso un bollettino per ondate di calore.

Sono previste, per i prossimi giorni, temperature elevate su tutto il territorio regionale. Il Call Center regionale è a disposizione per qualsiasi informazione al numero verde 800450020.

Secondo il meteo.it, una linea fortemente temporalesca raggiungerà il Nord Italia e poi il Centro, dopo un periodo caldo, caratterizzato da temperature massime superiori ai 30 gradi su numerose regioni. Il rischio di fenomeni particolarmente intensi è concreto: è necessario, pertanto, prestare la massima attenzione.Il flusso occidentale nordatlantico si sta avvicinando alle regioni settentrionali: le prime avvisaglie le abbiamo avute nel pomeriggio di lunedì 11 Luglio, con fenomeni temporaleschi anche intensi sulle prealpi Piemontesi in estensione alle alte pianure.

L'aria fresca in quota, mescolandosi con quella calda preesistente, fornirà energia necessaria per la formazione di forti temporali che a macchia di leopardo invaderanno dapprima i settori alpini e prealpini e poi la Pianura Padana e parte del Centro, specie gli Appennini e regioni adriatiche, segnatamente Marche e Abruzzo.

Come detto l'aria fresca sarà la miccia necessaria per l'innescarsi di temporali con grandine e locali trombe d'aria sui settori centro-settentrionali dell'Italia.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.