L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

sabato, 20 luglio 2019

Ricostruzione privata, approvata l'ordinanza IL TESTO

MARCHE - E' stata pubblicata l'ordinanza del Commissario per la ricostruzione Vasco Errani finalizzate a disciplinare gli interventi di ripristino con miglioramento sismico o ricostruzione degli edifici abitativo gravemente danneggiati o distrutti dagli eventi sismici.

Prevede i soggetti beneficiari, gli interventi finanziabili (sono compresi anche gli immobili che ospitavano imprese e attività produttive). Le domande vanno presentate entro il 31 dicembre prossimo. mediante procedura informatica, ovvero attraverso Pec. “Entro 20 giorni, l’Usr procede all’accertamento dei requisiti per la fruizione del contributo”. In caso di esito positivo, nei successivi 60 giorni l’Usr verifica la conformità dell’intervento alla normativa urbanistica, richiede il controllo a campione sul progetto strutturale, acquisisce il parere della conferenza regionale, propone il rilascio del titolo edilizio, verifica l’ammissibilita’ al finanziamento dell’intervento, indica il contributo ammissibile.Il contributo viene erogato dall’istituto di credito prescelto dal richiedente, tra quelli aderenti alla convenzione Cdp-Abi, direttamente all’impresa esecutrice dei lavori ed ai professionisti responsabili della progettazione e direzione dei lavori, in funzione dello stato di avanzamento dei lavori. LEGGI IL TESTO DELL'ORDINANZA

 

Pellegrinaggio

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.