L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

mercoledì, 17 ottobre 2018

Contributi per danni causati dai lupi. Casini: 'Domande entro il 24 gennaio 2019. Tre milioni di euro a disposizione'

MARCHE - Scadranno giovedì 24 gennaio 2019 le richieste di contributo per prevenire i danni causati dai lupi.

Il dirigente regionale del servizio Politiche Agroalimentari ha emanato il decreto (n. 296 dell’8 ottobre 2018) che stanzia tre milioni di euro destinati ad attenuare il conflitto tra allevatore e lupo. Le norme, recentemente autorizzate dalla Commissione europea, prevedono aiuti per l’acquisto di recinzioni per il ricovero degli animali, di dissuasori acustici e visivi per allontanare i predatori, per dotarsi di cani pastore. “L’intervento viene finanziato con il Programma di sviluppo rurale e interessa gli allevatori ovi caprini, bovini ed equini delle aree montane marchigiane che hanno necessità di difendere il proprio bestiame dall’aggressione dei lupi e cani randagi: un fenomeno che è cresciuto nel tempo proporzionalmente all’incremento degli animali selvatici che determina anche una crescita di predatori - afferma la vicepresidente Anna Casini, assessore all’Agricoltura – Incoraggiamo gli allevatori a realizzare investimenti con le risorse europee per proteggere gli animali al pascolo, dando vita a una misura preventiva che aiuterà a ridurre gli indennizzi pagati con i fondi regionali e a tutelare un animale protetto”.

Commenti:

Ultimi articoli

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.