L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

martedì, 16 luglio 2019

Riapre la pesca. Da oggi pesce fresco in Adriatico dopo stop 2 mesi

Con l'inizio della settimana arriva pesce azzurro e bianco a prezzi convenienti e a volontà sulle tavole dei marchigiani dopo il blocco di due mesi alla pesca in Adriatico che ha consentito di ripopolare il mare. Ad annunciarlo è Coldiretti ImpresaPesca delle Marche nel sottolineare che per le barche ferme in banchina dal primo di agosto è possibile riprendere il largo per gettare le reti in mare dalle prime ore di domani, lunedì 3 ottobre. Il fermo della pesca voluto dal Ministero delle Politiche Agricole su richiesta dalla categorie dei pescatori, a partire da ImpresaPesca Coldiretti, ha consentito di tutelare le forme giovanili di pesce in accrescimento e di conseguenza a ripopolare il mare dopo che i primi sei mesi del 2011 hanno visto praticamente dimezzare (di circa -50 per cento) il pescato. La lunga sospensione dell’attività in Adriatico fa prevedere - sottolinea la Coldiretti - una buona disponibilità di tutti i tipi di pesce, dalla triglia alle alici, dalla seppia al calamaro fino alla sogliola che potranno essere acquistate con il miglior rapporto prezzo qualità per zuppe, grigliate e fritture. E’ prevedibile che il pesce che da ottobre potrebbe trovarsi a buon mercato nelle pescherie, salvo speculazioni sui prezzi, saranno triglie di fondo, moli, alici, e la zuppa o brodetto di pesce. La ripresa dell’attività delle marinerie adriatiche non sarà però a tempo pieno. Il provvedimento prevede, infatti, che per le otto settimane successive al fermo non si possa pescare il venerdì, sabato, domenica e i festivi, più un ulteriore giorno di stop a scelta degli armatori. Una ripresa graduale permetterà alle varie specie ittiche di tornare ad “affollare” il mare, anche se Coldiretti ImpresaPesca ritiene che la ripartenza dell’attività vada accompagnata da provvedimenti specifici per eliminare gli attrezzi e le tecniche di pesca troppo impattanti. Occorre, infatti, evitare che i risultati ottenuto col fermo pesca siano vanificati e assicurare un ripopolamento del mare che garantisca, oltre all’equilibrio dell’ecosistema, l’offerta di prodotto ittico fresco made in Italy.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.