L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

lunedì, 22 luglio 2019

Se non ora, quando?Donne marchigiane in piazza per difendere la propria dignita'

Tante donne marchigiane si stanno mobilitando per scendere in piazza il prossimo 13 febbraio. Una protesta nata dopo le ultime vicende del caso Ruby che a quanto pare vedono il presidente del Consiglio coinvolto in prima persona. “Viviamo in una società in cui il valore e il ruolo della donna sono continuamente offesi e sviliti – scrive Donne IdV Marche - Il 13 febbraio si manifesterà in piazza ad Ancona, nelle altre città marchigiane, così come in tutta Italia, proprio per restituire dignità alle donne: una battaglia di cultura e legalità alla quale parteciperanno le donne e gli uomini dell'Italia dei Valori. L’Idv condanna l' imperante cultura dell'apparire che giustifica e riconosce il ruolo di donna ancella e la mercificazione del corpo, noncurante di un processo storico e sociale, di cui le donne stesse si sono rese protagoniste. C'è bisogno di azioni concrete per risanare un contesto culturale deviato che il berlusconismo ha creato e la prima azione è una forte presa di coscienza e di posizione da parte di tutti. Le donne e gli uomini dell’IdV ritengono necessaria un’attiva vigilanza perché non prevalga sull’immaginario collettivo un modello di donna che potrebbe vanificare anni ed anni di impegno femminile nella vita pubblica, nei partiti, nelle imprese e nelle associazioni, caratterizzato da serietà, rispetto di sé e degli altri, da un alto concetto di etica, personale e pubblica. Dobbiamo impedire che proprio nel 150esimo dell’Unità d’Italia sia disperso, cancellato, disonorato il contributo di tante generazioni di donne che hanno costruito la nazione democratica. Le donne dell’IdV Marche si uniscono a tutte le altre donne che saranno nelle piazze il 13 febbraio, senza distinzione di appartenenza per difendere il valore della loro dignità, di ognuna e di tutte e chiedono agli uomini lo stesso impegno.

 

"Aderiamo all’appello a partecipare alla giornata di mobilitazione nazionale del 13 febbraio nata dal comitato “Se non ora, quando?” e siamo certe che tante altre donne impegnate nelle istituzioni saranno con noi in piazza del Popolo a Pesaro dalle ore 11 in poi. Aderiamo come donne e come rappresentanti istituzionali. Crediamo ci sia la necessità di restituire dignità a tutte coloro che quotidianamente compiono il loro dovere, impegnate per il bene della collettività e nella costruzione di una società migliore in cui la libertà e la dignità delle donne siano rispettate. Riteniamo vi sia il bisogno di restituire rispettabilità alle funzioni pubbliche, umiliate da chi sta diffondendo una cultura in cui si legittimano comportamenti che ledono la dignità delle donne e delle istituzioni democratiche. Questi modi di agire stanno inquinando l’immagine in cui dovrebbe rispecchiarsi la coscienza civile, etica e religiosa della nazione, soprattutto nell’anno in cui si celebra il 150esimo dell’unità d’Italia. Per questo è necessario reagire con forza a questa situazione chiedendo a grande voce che si metta la parola fine a questa deriva che crediamo abbia superato la soglia della decenza e della sopportabilità. Noi chiediamo a tutte le donne e a tutti gli uomini amici delle donne di essere con noi alla manifestazione ‘Se non ora, quando?’” Alessia Morani (assessore Provincia Pesaro e Urbino), Daniela Ciaroni (assessore Provincia Pesaro e Urbino), Silvia Terenzi (consigliera provinciale), Silvana Carloni (consigliera provinciale), Franca Foronchi (consigliera provinciale e sindaco di Gradara), Catia Perugini (consigliera provinciale), Gloriana Gambini (assessore Comune di Pesaro), Giuseppina Catalano (assessore Comune di Pesaro), Sara Mengucci (consigliera Comune di Pesaro), Francesca Fraternali (consigliera Comune di Pesaro), Sandrina Camilli (consigliera Comune di Pesaro), Monica Manenti (consigliera Comune di Pesaro), Mila Della Dora (consigliera Comune di Pesaro), Milena Signoretti (consigliera Comune di Pesaro), Giovanna Cassiani (consigliera Comune di Pesaro), Maria Clara Muci (assessore Comune di Urbino), Lucia Pretelli (assessore Comune di Urbino), Maria Francesca Crespini (assessore Comune di Urbino), Susanna Salvetti (consigliera Comune di Urbino).

GLI APPUNTAMENTI ANCONA – 13 febbraio, spazio antistante il Teatro delle Muse, piazza della Repubblica. La manifestazione si svilupperà con un corteo (da definirsi) e ci saranno letture in piazza

ASCOLI PICENO – 13 febbraio, ore 11.00, raduno in Piazza Arringo

MACERATA e provincia, 13 febbraio, ore 15.30, piazza Vittorio Veneto (nota come P.zza San Giovanni) www.odg-isrec.com/

PESARO E URBINO – l’ARCI sta organizzando la mobilitazione (tel. 0721. 34348)

Pellegrinaggio

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.