L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

lunedì, 15 luglio 2019

Truffe online e in strada, i consigli della Polizia di Stato per evitarle

Cosa fare per non cadere nella trappola delle truffe. Questo il tema dell'incontro in Regione tra esperti della Polizia, forze dell'ordine, Adoc e Adiconsum. Una realtà, quella delle truffe, molto attuale, che riguarda specialmente le persone anziane: fondamentale è la prevenzione ed una corretta informazione. A rappresentare la Polizia di Stato sono stati il Dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Ancona, Cinzia Nicolini e il Dirigente del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni, Cinzia Grucci.

La Nicolini ha illustrato i vari tipi di truffa che possono avvenire in strada o in casa fornendo i consigli utili per non farsi prendere in castagna. Occorre non fidarsi, non farsi ingannare dalle apparenze e ricordarsi che nessun impiegato di banche o enti può presentarsi alla porta di casa con la scusa di dover effettuare controlli”. A trarre in inganno concorre l'aspetto spesso rispettabile dei truffatori: sono persone ben vestite e dai modi garbati sono gentili e addirittura ossequiosi, ma in realtà vogliono soltanto derubare la vittima. Presi di mira soprattutto gli anziani perché hanno bisogno di comunicare, ma l’'informazione può fare molto per la prevenzione: lo dimostra il fatto che ad Ancona, le truffe sono drasticamente calate da quando la Polizia di Stato ha attivato una campagna di sensibilizzazione che ha visto in prima linea i poliziotti di quartiere in un'opera di volantinaggio porta a porta.

È’ altrettanto importante sporgere denuncia se si è caduti in trappola: bisogna superare il senso di vergogna e denunciare. In questo modo ci si trasforma da vittime a protagonisti. La Grucci ha invece spiegato quali sono le insidie in agguato sul web: dal phishing, il furto dell'identità elettronica, agli inconvenienti dell'e-commerce. Solo una corretta conoscenza del web può mettere al riparo da episodi spiacevoli. Gli acquisti online sono un'opportunità per disabili e anziani, ma vanno prese precauzioni come l'utilizzo di denaro elettronico. Altri consigli sono stati illustrati nel corso della conferenza per evitare di essere truffati: non aprire la porta di casa a sconosciuti anche se dichiarano di essere dipendenti di aziende pubbliche e vestono un'uniforme; non fermarsi per strada per dare ascolto a chi offre facili guadagni o a chi chiede di controllare i soldi o il libretto della pensione, anche se è una persona distinta e affabile; diffidare di chi si presenta a nome di conoscenti; farsi accompagnare quando si prelevano o si versano soldi in banca o in un ufficio postale; quando si va o si torna dalla banca o dall’ufficio postale con i soldi in tasca non fermarsi con sconosciuti e non farsi distrarre; se si subisce una truffa non vergognarsi di parlarne con altre persone; fare la denuncia: così si evitano altre truffe facendo identificare i responsabili. Per evitare truffe online, invece, basta proteggere il Pc con un antivirus, non aprire e-mail sospette e non fornire dati sensibili ad estranei. (Questura web)

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.