L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

mercoledì, 17 luglio 2019

Settore agricolo in ginocchio. Petrini: "La regione finanzierà la ricostruzione"

Riunito oggi in Regione il Tavolo verde per una prima valutazione della situazione nel settore agricolo, a seguito dell``eccezionale ondata di maltempo che ha investito la nostra regione. Ha presieduto l'incontro il vice presidente e assessore all``Agricoltura, Paolo Petrini, erano presenti i rappresentanti di tutte le associazioni agricole e tecnici regionali. 'Siamo ancora in fase di osservazione e monitoraggio ' commenta Petrini ' ma gia` la situazione appare nella sua gravita`. Sono state colpite strutture, infrastrutture, produzioni in campo e allevamenti di molte aziende agricole, con particolare gravita` sul versante nord della regione e sul settore zootecnico. Oggi abbiamo approfondito e discusso con le categorie gli strumenti piu` appropriati da mettere subito in campo. Complessivamente, pur nella difficile situazione, che si somma alle difficolta` gia` incontrate prima dell'emergenza neve, possiamo dare al mondo agricolo regionale un messaggio positivo, di fiducia. Operiamo infatti in modo integrato su tre fronti; attraverso il Programma di sviluppo rurale, in breve tempo possiamo approvare un bando per la ricostruzione delle strutture crollate, in modo da permettere alle aziende di poter immediatamente ricostruire e conseguentemnete riprendere l'attivita`. Nell'immediato lavoriamo al credito agevolato, per dare subito liquidita` alle imprese agricole colpite, essenziale in questa primissima fase. Contestualmente, chiederemo al Governo la dichiarazione di calamita` naturale attendendoci alle normative nazionali di riferimento. Cio` consentira` di attingere al fondo di solidarieta` nazionale che, assieme alle altre Regioni coinvolte, chiederemo venga rimpinguato in modo coerente vista l'eccezionalita` della situazione. Chiederemo quindi per le aziende danneggiate di rinviare oneri contributivi e fiscali a carico delle aziende agricole'.

Le stalle, le infrastrutture zootecniche, gli ovili, i capannoni, quindi, saranno ricostruiti con contributi pubblici che potranno coprire anche il 70 ' 80 per cento delle spese. Piu` snella la procedura relativa alle facilitazioni al credito di funzionamento, quello piu` urgente nell'immediato, per l'esercizio dell'impresa agricola. Molte produzioni sono andate perdute, con ripercussioni non solo sul settore primario, ma anche sui trasformatori e sulla commercializzazione. Qui le norme ' il cosiddetto 'de minimis' ' consentono interventi limitati ma veloci. Le difficolta` in questo caso sono riconducibili al coinvolgimento del sistema bancario e della garanzia fidi. Per questo l'opera di moral suasion da parte della Regione verso il sistema creditizio, gia` avviata nei giorni scorsi andra` avanti, con un nuovo incontro gia` a giorni. Oltre al capitolo danni e contromisure, dalla riunione del Tavolo verde e` stata evidenziata la capacita` del mondo rurale di reagire all'emergenza con interventi spazzaneve e rimozione di alberi dalle strade, che hanno agevolato la risoluzione di difficili e complesse situazioni di paralisi della circolazione stradale .

'Ad emergenza terminata ' ha detto Petrini ' apriremo un confronto con la protezione civile affinche` il contributo degli agricoltori in situazioni d'emergenza come questa, possa essere formalizzato e conseguentemente riconosciuto'.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.