L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

martedì, 16 luglio 2019

Neve-Trenitalia. Per Adoc Marche "chi sbaglia deve pagare"

“Dopo aver isolato le Marche dal resto d’Italia e desertificato il territorio regionale in fatto di collegamenti ferroviari, con l’emergenza neve Trenitalia mette in scena l’ennesima prova di inefficienza. Ritardi, ma soprattutto annullamenti di corse. E, in particolare, di treni regionali. Altro che mettere l’auto in garage per muoversi con maggiore sicurezza. Di sicuro, in questi giorni, c’è stato soltanto che il treno non passava”. Si “sfoga” così Marina Marozzi, presidente dell’Adoc Marche ricordando i disagi cui sono stati sottoposti i pendolari a causa delle “cattive” risposte di Trenitalia alle abbondanti nevicate dei giorni scorsi, disagi che sono continuati anche nei momenti di tregua “con il manto nevoso in qualche zona, specie sulla tratta adriatica, ormai praticamente quasi del tutto disciolto”.

L’Adoc Marche ha deciso di sostenere le richieste di rimborso biglietto, delle spese sostenute e degli eventuali danni morali dei marchigiani che sono rimasti intrappolati nei treni bloccati fuori regione e che non hanno avuto assistenza adeguata. “Costi di un’inefficienza che, naturalmente, però, non dovranno essere pagati ancora una volta dalla collettività – specifica la Marozzi. - Nella nuova cultura del ‘chi sbaglia paga’ che dobbiamo cominciare sempre più a sostenere e rendere operativa, è necessario individuare le vere responsabilità di quanto accaduto. Non importa se per dolo o colpa, se per negligenza o vera incapacità di valutazione e gestione dell’emergenza. Basta con le disgrazie cadute dal cielo”.

E poi, al di là dei risarcimenti c’è di più. “Chi protesta – continua la presidente dell’Adoc Marche - lo fa anche perché si sente ferito e offeso. Mortificato da un servizio pubblico che avrebbe dovuto tutelarlo. Che avrebbe dovuto garantirne l’incolumità. E, che invece, lo ha abbandonato mettendo a rischio la sua stessa sicurezza. Per Trenitalia potrebbe essere almeno una questione di onore… pensieri fuori moda, concetti d’altri tempi, di quando il treno era il mezzo di trasporto per eccellenza, un punto di sicuro riferimento, un punto fermo insomma, che adesso è solo fermo (alla stazione)…e basta!”

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.