L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

mercoledì, 20 novembre 2019

Marinelli si scaglia contro le auto blu:"Riduciamole del 20%"

Il portavoce del Centrodestra in Regione, Erminio Marinelli, prosegue nella “battaglia contro gli sprechi” presentando un'interrogazione sulle Auto Blu. In particolare l'iniziativa vuole approfondire “l'eccessivo numero di mezzi in dotazione alle strutture sanitarie marchigiane, nonché all'ASSAM e all'ARPAM”. Marinelli vuole “naturalmente ridurne l'eccesso” e chiede quali “iniziative la Regione intende intraprendere per razionalizzarne la spesa”.

L'interrogazione prende spunto dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 3 agosto 2011 che disciplina l'utilizzo delle autovetture di servizio e di rappresentanza delle pubbliche amministrazioni. Dal censimento permanente previsto dall'articolo 5 del Decreto effettuato tra il 6 dicembre 2011 e il 20 gennaio 2012 risulta in particolare, che il parco auto delle strutture sanitarie marchigiane, nonché dell'ARPAM e dell'ASSAM, risulta essere cospicuo.

297 auto in dotazione all'Asur, altre 10 all'Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti di Ancona, 22 all'Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Marche Nord, 23 all'INRCA, 13 per l'ASSAM e infine 25 per l'ARPAM.

“Considerato che le autovetture delle strutture sanitarie marchigiane sono oltre 300, di cui un centinaio e noleggio mentre altre 38 sono quelle dell'ASSAM e dell'ARPAM” dichiara Marinelli “mi chiedo quante di queste siano davvero necessarie e quanti risparmi si potrebbero fare diminuendo il parco almeno di un 20% come previsto dal Dl 78/2010”.

“Fra acquisto o noleggio, ammortamenti, assicurazioni e manutenzioni, senza considerare carburante e autisti” spiega l'ex Sindaco di Civitanova, “ogni auto costa alla Regione decine di migliaia di euro. Tagliarne un terzo produrrebbe risparmi fino a un milione di euro per ogni bilancio”.

“In Italia – prosegue -, si conta di risparmiare almeno 300 milioni di euro all'anno con la razionalizzazione di auto blu e cosiddette 'grigie'. La vicina Regione Umbria è citata nel dossier Formez PA come uno dei casi di eccellenza per la significativa riduzione delle auto dovuta agli effetti di un piano triennale 2011-2013 finalizzato al contenimento dei costi del servizio autoparco”.

“Come mai allora – conclude Marinelli -, dopo il censimento che ha evidenziato questi dati e queste esperienze la Regione Marche non ha ancora fatto niente?”.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.