L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

martedì, 12 novembre 2019

Festa delle donne. Tante le iniziative nelle città marchigiane

Marcantoni e TrapaneseTante le iniziative per la festa delle donne in tutte le città marchigiane. Il servizio è in continuo aggiornamento. LA SCIARELLI A ROMA PRESENTA MADRE VENDETTA Un gruppo di donne speciali, in un giorno speciale ( la festa della donna) per un libro particolare dedicato a tutte le donne vittime della violenza da parte di chi avrebbe dovuto amarle ( argomento di drammatica attualità). Così a Roma, giovedì 8 marzo, sarà presentato alla stampa nazionale al Museo Crocetti di via cassia (alle 18) Madre vendetta, ( vallecchi editore) il nuovo romanzo di Giancarlo Trapanese. Relatrici saranno Federica Sciarelli ( la conduttrice di chi l'ha visto), Rosanna vaudetti (conduttrice televisiva), Letizia Marcantonio ( la mamma di Rossana Wade , la ragazza assassinata la cui storia ha ispirato il romanzo) e la coordinatrice del Museo Simonetta Bartolini. La Marcantonio, tra l'altro, nella stessa giornata sarà ospite di uno mattina. A fianco dell'autore, in questo nuovo prestigioso appuntamento, anche l'indimenticabile Tito Stagno, Pino Scaccia, Paolo Occhipinti ( direttore editoriale RCS) il poeta romano Antonio Bruni, gli amici del Cesma, Paolo Notari, Amedeo Goria, e tanti altri esponenti Rai che vogliono testimoniare l'affetto e la stima per il progetto di Trapanese al settimo libro in una cetgoria che è stata definita dal critico Alessandro Moscè, quella del Romanzo sociale. Nel corso dell'incontro sarà consegnato a Federica Sciarelli il premio " Rossana Wade amore per la verità" da parte della mamma della ragazza uccisa e dello scultore Nazareno Rocchetti che ha realizzato la fantastica opera in bronzo. All'incontro interverranno per la parte artistica Gli officina della Musica ( di Fano) : seguirà un buffet ed un concerto Jazz offerti dalla Fondazione Crocetti.

COMUNE MACERATA Con l’8 marzo, giornata della donna, tornano i Dialoghi allo Specchio il ciclo di incontri organizzato dall’assessorato comunale alle Pari opportunità sulla tematica dei diritti e della parità tra gli uomini e le donne. Il primo appuntamento sarà proprio il giorno dell’8 marzo, alle ore 17.30, nella sala degli Specchi della Mozzi Borgetti con la presentazione del libro Biscotti ai mirtilli di Cristina B. Assouad (www.biscottimirtilli.altervista.org) cui seguiranno Degustazioni creative a cura di Doppio zero Lab e Cose di Tè. “L’occasione che ci offre l’8 marzo è quella della riflessione e del dialogo sulle varie problematiche che riguardano le donne - afferma l’assessore alle Pari opportunità Federica Curzi -. Gli spunti di approfondimento nascono dalle due iniziative di giovedì prossimo, il libro di Christina Assouad e il seminario di studi organizzato dal Comitato Pari Opportunità dell’Università, con il patrocinio del Comune, sulla Cedaw (ore 11, aula magna, piaggia dell’Università). Si tratta della Convenzione per l’eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne prodotta dalle Nazioni Unite ma in Italia, purtroppo, ancora non molto conosciuta ma su cui si sta lavorando per diffonderla e radicarla. Mi sembrano quindi due buone opportunità durante le quali poter ribadire l’importanza del ruolo delle donne per la crescita civile e sociale”. Ritornando al libro che verrà presentato, Biscotti ai mirtilli, si tratta della prima opera della statunitense Christina B. Assouad, laureata in lingue e letterature straniere e in psicologia. Il libro narra la storia di Emily che ha appena ricevuto una delle straordinarie lettere che Roy le invia quando è di ritorno da uno dei suoi viaggi ai confini del mondo insieme a splendide fotografie di paesaggi. E tuttavia quest’ultima lettera da parte di Roy fa giungere la corrispondenza tra i due ad un punto di svolta. Stanco di ricevere risposte banali e standardizzate, Roy chiede ad Emily di poter avere da lei una lettera “vera”, che parli di qualcosa che si vorrebbe gridare al mondo intero oppure, più discretamente, confidare a un amico speciale. Dunque, l’affetto che la lega a Roy e la speranza di non deludere questa sua aspettativa, spinge Emily a fermare per la prima volta in vita sua il tempo, facendosi spazio in un viaggio di poesia, incontri e conversazioni uniche. Per quanto riguarda il secondo appuntamento di Dialoghi allo Specchio, che si terrà il 16 marzo, ore 18, nella sala degli Specchi, verrà presentato il dvd Resisto, dunque sono, realizzato dalle giovani creative Silvia Luciani, Sara Cancellieri e Marcela Alexandrescu quale sintesi del corso di orientamento organizzato dallo Sportello Informadonna, in collaborazione con l’Osservatorio di genere di Macerata e l’Informagiovani, finalizzato a dare centralità alla soggettività femminile, entrando in particolare all’interno delle storie personali e professionali di donne che a causa delle difficoltà incontrate durante la loro carriera educativa e lavorativa sono entrate in contatto con l’Informadonna.. All’iniziativa parteciperanno l’assessore Federica Curzi e il vice presidente dell’Osservatorio di genere, Claudia Santoni.

CGIL MACERATA In occasione della Festa delle Donne, l’8 Marzo p. v., una delegazione delle iscritte al Sindacato Pensionati Italiani (SPI-CGIL) si recherà nei locali dell’IRCR di Macerata per intrattenersi con gli ospiti della struttura. Una simpatica iniziativa che si rinnova ormai da alcuni anni e che trova favorevole accoglienza da parte degli anziani che hanno piacere di ricordare fatti e personaggi del passato. L’incontro è previsto per la tarda mattinata (ore 11 circa) e si concluderà con un rinfresco preparato ed offerto dalle pensionate dello SPI. E’ da ricordare, in merito alle Residenze Protette, che lo SPI, in questo periodo, sta portando avanti un’attività di verifica in tutte le strutture provinciali, per accertare come viene applicata la convenzione stipulata nei mesi scorsi con la Regione Marche, per assicurare agli ospiti un adeguato standard qualitativo delle prestazioni erogate. Nel pomeriggio, invece, le donne di ogni settore della CGIL partecipe-ranno al Forum organizzato presso l’Hotel Grassetti di Corridonia, nel corso del quale verranno presentate in sequenza una serie di esperienze di donne lavoratrici, cui seguirà un dibattito ed un piccolo buffet per le intervenute.

UNIVERSITA' MACERATA Per l'8 marzo il Comitato pari opportunità dell'Università di Macerata ha organizzato il seminario "The Convention on the Elimination of All Forms of Discrimination against Women - CEDAW" che si terrà alle 11 nell'Aula Magna dell'Ateneo. Dopo i saluti del rettore Luigi Lacchè, della presidente del Comitato Stefania Cavagnoli , degli assessori alle pari opportunità del Comune e della Provincia di Macerata, Federica Curzi e Paola Mariani . Introduce Ines Corti , delegata del rettore alle pari opportunità. Relatori: le prof. Natascia Mattucci e Barbara Pojaghi e l'avvocato Barbara Spinelli. La 'Convention on the Elimination of All Forms of Discrimination against Women' (CEDAW), adottata il 18 dicembre 1979 dall'Assemblea Generale dell'Onu, viene considerata una carta dei diritti delle donne. Contiene un preambolo e 30 articoli che definiscono cosa costituisce una discriminazione contro le donne, mette all'ordine del giorno un'azione di contrasto a livello nazionale per porre fine alle discriminazioni.

PESARO Ai musei si fa luce su Elisabetta Sirani, pittrice bolognese dalla biografia affascinante di cui la pinacoteca conserva una delle “Madonne” che hanno contribuito a renderla famosa Giovedì 8 marzo, data in cui ricorre la Festa della Donna, i Musei Civici e Casa Rossini sono visitabili gratuitamente da tutte le donne e aggiungono per l'occasione alla consueta apertura del mattino (10-13), quella del pomeriggio (15.30-19). Il pubblico femminile avrà dunque a disposizione l'intera giornata per entrare nei due musei comunali e concedersi un po' di tempo per sé, tra arte e cultura, all'insegna del bello. Ai Musei Civici, per ricordare proprio in questa data le donne che hanno dato nel passato e continuano oggi a fornire il loro prezioso contributo all'arte, si farà luce su un'artista decisamente originale del XVII secolo: la bolognese Elisabetta Sirani (1638-'65); la sala Hercolani Rossini della Pinacoteca ne accoglie infatti una splendida Madonna con Bambino e San Giovannino. Sono previsti due momenti - il mattino alle 11 e il pomeriggio alle 17.30 - in cui una guida del museo sarà a disposizione del pubblico per un approfondimento tematico sulla figura, davvero affascinante, della “pittrice eroina” che realizzò il dipinto. Figlia di pittore, come la più famosa Artemisia Gentileschi, Elisabetta Sirani dipinge in dieci anni circa 200 opere: è una ragazza prodigio, molto colta, avida lettrice e brava musicista, favorita in tutto questo dal vivere in una città come Bologna dove la presenza di un'antica università dà largo spazio all'integrazione delle donne nella vita culturale e pubblica. La sua breve ma intensa attività - muore improvvisamente a soli 27 anni con qualche mistero irrisolto - si svolge nello spazio protetto della bottega del padre Giovanni Andrea e all'ombra del maestro Guido Reni. Elisabetta diventa famosa per le sue rappresentazioni di temi sacri (in particolare Madonne) e allegorici, ma anche per i ritratti di eroine. Era nota anche per la sua tecnica, decisamente inconsueta per il tempo: realizzava i soggetti con schizzi veloci che poi perfezionava con l'acquarello. Un dono “in rosa”: alle prime 10 visitatrici dei due musei comunali verrà consegnato un omaggio editoriale selezionato dall'archivio dell'assessorato alla Cultura del Comune.

ANCONA Il centro interculturale Donne&Donne, assieme alla associazione Terzavia e la prima circoscrizione, organizzazno per l’8 marzo una serata denominata Insieme, incontro conviviale con lettura di poesie a lume di candela nei locali dell’associazione Terza Via, in via Cialdini 13. Prenotazioni al 347.4745707 Sempre per la giornata dell’8 marzo la seconda circoscrizione ha programmato un appuntamento dal tema “Donne nel Mondo” incontro con le donne di ogni nazionalità, alle ore 18.00 nella sede circoscrizionale in via Scrima, 19 Al termine dell’incontro assaggi di piatti tipici di ogni etnia. La cittadinanza è invitata a partecipare. Domani 7 marzo alle ore 12.45, in occasione dell’8 marzo, per le dipendenti del Comune di Ancona, nella sala del consiglio comunale è stato organizzato un incontro dibattito con l’Assessore alle Pari Opportunità Adriana Celestini. L'evento è stato anticipato perché l'Assessore Celestini parteciperà l'8 marzo alla cerimonia ufficiale per la Festa della Donna a Roma al Quirinale davanti al Presidente Napolitano, dove rappresenterà le donne della Regione Marche nella sua veste di Presidente della Commissione Regionale alle Pari Opportunità. “In particolare – spiega l’assessore Celestini - ci confronteremo sul tema della conciliazione dei tempi tra casa e lavoro. L’altro aspetto è la valorizzazione delle differenze di genere. Inoltre la crisi che sta colpendo anche le nostre realtà riduce gli spazi per il diritto al lavoro, in particolare per le donne. A ciò si aggiunge la crisi finanziaria che si riverbera sui bilanci degli enti locali, rendendo difficoltoso il mantenimento del sistema di welfare a cui le nostre comunità sono storicamente abituate. In questo scenario, anche la conciliazione famiglia /lavoro all'interno del mondo produttivo diventa ancora più difficile". L’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Ancona sostiene anche l’iniziativa “Lo Sguardo che cura. Cura di sé e del mondo”, programma di conversazioni, laboratori e mostre che si svilupperanno ad Ancona attorno al tema del paesaggio. Un progetto nato da un’idea dell’artista Silvia Fiorentino e realizzato dall’Associazione culturale Metodo Effe, con il sostegno degli Assessorati alla Cultura e alle Pari opportunità della Regione Marche, della Provincia di Ancona e del Comune di Ancona, e con la collaborazione dell’Arcidiocesi Ancona – Osimo. Due gli eventi di punta in programma l’8 marzo: il Convegno “Lo Sguardo che cura. Cura di sé e del mondo” nell’Aula del Rettorato dell’Università Politecnica delle Marche alle ore 9.30, e l’apertura nella Chiesa del Gesù della mostra “Ritratti Effe”, visitabile sino al 25 marzo. Sempre l’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune patrocina il progetto cine-fotografico "Dietro la porta chiusa" che, dedicato alle donne, si propone di raccontare il tema dell'abbandono e del vuoto attraverso immagini cinematografiche e fotografiche. Le immagini e i filmati attuata assieme alla Commissione per le Pari Opportunità - Regione Marche, il Centro di Documentazione per le Donne, saranno visibili al Ridotto delle Muse dal 21 marzo. Giovedì 8 marzo, dalle 17.00 alle 19.00 il Museo Tattile Statale Omero partecipa alla Festa della Donna, promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali per celebrare il binomio Donna e Arte, proponendo un incontro tutto al femminile, con particolare attenzione alle mani, ai gesti, al loro modo di comunicare. “Mani che parlano, mani che creano” Attraverso una visita guidata si prenderanno in esame alcune recenti acquisizioni come La Dama col mazzolino del Verrocchio, La Venere dei Medici, Madonna col Bambino di Felice Tagliaferri, che ritraggono delicate, vissute, aggraziate mani femminili. In laboratorio le partecipanti saranno invitate a rappresentare la propria mano nel modo in cui preferiscono, avendo a disposizione argilla, carte speciali, lucidi, carboncini, gessi, una fotocopiatrice, una lente d’ingrandimento e altri strumenti che in un primo momento permetteranno loro di osservare nel dettaglio le proprie mani e poi riprodurle libere, oppure mentre afferrano, mentre accarezzano, mentre manipolano o costruiscono, mentre tagliano, grattano, tracciano segni, creano. La visita guidata e il laboratorio sono ad ingresso gratuito per tutte le donne da 0 a 99 anni! Gratuito: non vedenti, ipovedenti, diversamente abili e loro accompagnatori. Prenotazione obbligatoria. Posti limitati. Telefono 071 28 11 93 5.

FERMO In occasione della Festa della Donna, l’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Fermo ha organizzato, in prima regionale, la proiezione del docu-film “Per la mia strada”, diretto da Emanuela Giordano, prodotto da Corrente Rosa e realizzato con il contributo del Comune di Fermo – Ambito Sociale XIX insieme ad enti ed istituzioni importanti quali l’Ambasciata in Italia dei Paesi Bassi, il Ministero della Gioventù, la Provincia di Roma, RAI Cinema. La proiezione si terrà giovedì 8 marzo alle ore 9.30 presso la Sala degli Artisti. È prevista la presenza di alcune classi degli istituti scolastici superiori di Fermo. A presentare il film sarà l’Assessore alle Pari Opportunità del Comune di Fermo, Manuela Marchetti. “Il film racconta la storia di Giovanna, e dei suoi incontri con donne eccellenti nelle loro professioni: Nadia Urbinati, professore alla Columbia University di New York, Gianna Fratta, direttore d’orchestra, Samantha Cristoforetti, prima donna astronauta italiana, Grazia Neri, imprenditrice nel mondo della fotografia, Mara Galeazzi, prima ballerina al Royal Ballet di Londra, Beatrice Siri, ingegnere navale, Nives Meroi, alpinista, Fabiola Gianotti, alla guida del progetto di fisica nucleare Atlas. Straordinari esempi” sottolinea la Marchetti “di come le donne hanno saputo conquistarsi un posto di primo piano, altrettanti modelli positivi per i giovani che si apprestano a compiere fondamentali scelte di vita in ambito formativo e professionale. A queste donne consentitemi di aggiungere Rossella Urru, rapita per aver scelto di fare volontariato in un campo profughi in Algeria… Ecco, è a queste donne che dobbiamo guardare, per prendere esempio.”

ASCOLI PICENO Giovedì 8 marzo l’Assessorato e Commissione Provinciale alle Pari Opportunità, in collaborazione con l’Associazione Realtà Donna, hanno organizzato la 1° tavola rotonda dedicata al tema: “La violenza di genere nel Piceno”. L’iniziativa si svolgerà alle ore 16.30 nella Sala Consiliare di palazzo San Filippo. Dopo il saluto delle autorità interverranno: la Presidente dell’Associazione Realtà Donna Onlus Franca Maroni, la psicologa del Centro Antiviolenza Cristina Tosti, la dott.sa Liliana Talamonti, medico dell’unità operativa del pronto soccorso e le due avvocate Cristina Perozzi e Patrizia Carota, consulenti del centro provinciale antiviolenza. Modererà i lavori la dott.sa Maria Antonietta Lupi Presidente della Commissione Provinciale Pari Opportunità. “L’appuntamento in occasione della festa della donna - ha sottolineato l’Assessore Piunti - intende costituire uno spunto di riflessione su una problematica importante posta spesso tragicamente sotto gli occhi dell’opinione pubblica attraverso i fatti della cronaca nazionale. La Provincia ha istituito nel suo territorio due centri antiviolenza, uno ad Ascoli e l’altro a San Benedetto proprio per supportare le vittime di violenze non solo fisiche, ma anche psicologiche aiutandole in un percorso di tutela e di “rinascita”. “In questa prospettiva di valorizzazione e di tutela della donna - ha evidenziato la dott.sa Lupi - è sembrato opportuno mediante questo convegno, fare il punto della situazione con l’ausilio di esperti di vari campi, sanitario, giuridico e psicologico per leggere e analizzare la realtà del territorio e, soprattutto, prevenire nel nome di quell’impegno civile che deve accomunare tutti: enti, associazioni e cittadini per salvaguardare la dignità e la serenità delle donne nel contesto della comunità picena”.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.