L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

giovedì, 18 luglio 2019

Palazzo Raffaello approva l'istituzione dei registri dei tumori

L'istituzione dei Registri di patologie della Regione Marche è legge: saranno istituiti registri per monitorare e studiare i rischi per la salute a carico della popolazione marchigiana, allo scopo di avviare sistemi di prevenzione. Il presidente della Commissione Salute Francesco Comi sottolinea l'importanza di questo nuovo strumento normativo : "Sarà avviato un programma di sorveglianza epidemiologica delle neoplasie e delle patologie. Da oggi sarà possibile raccogliere, archiviare, valutare, organizzare informazioni utili per la salvaguardia della vita e la tutela della salute dei cittadini. Grazie a queste informazioni sarà possibile studiare il fenomeno neoplastico attraverso le sue variazioni territoriali e temporali." Il Presidente Comi continua ringraziando "tutti i componenti della commissione sanità, in particolare i consiglieri Busilacchi e D'Anna, Relatori per la maggioranza e per la minoranza, ma soprattutto l'università di Camerino che per prima ha avviato, sperimentalmente, l'istituzione dei registri." La nuova legge permetterà di rendere operativa la raccolta sistematica di dati sanitari e la loro elaborazione, a salvaguardia della salute di tutti i cittadini marchigiani, superando gli ostacoli derivanti dai principi della normativa nazionale sulla privacy, con particolare riferimento alla disciplina del trattamento dei dati sanitari. Il relatore di maggioranza, Gianluca Busilacchi, spiega che "la Regione Marche dispone ora di una legge organica per la raccolta dei dati epidemiologici e di tutte le informazioni sulle patologie prevalenti nel nostro territorio, in particolare quelle tumorali, e per la valutazione dei fattori determinanti e della loro distribuzione territoriale. Questo consentirà stime attendibili per valutare interventi volti alla tutela sanitaria della collettività". "Si tratta forse del passo più importante che siamo riusciti a compiere per la pianificazione di iniziative di prevenzione in campo sanitario: l''Osservatorio Epidemiologico Regionale, istituito presso l'Agenzia Regionale Sanitaria, sovraintenderà i flussi informativi e la gestione dei registri in raccordo con strutture e reparti del servizio sanitario regionale e dell'ARPAM (Agenzia regionale per la protezione ambientale delle Marche)", conclude Busilacchi.

 

Sulla vicenda è intervenuta anche Paola Giorgi, vicepresidente Assemblea legislativa Marche: “L'assemblea Legislativa delle Marche ha approvato la proposta di legge che istituisce il registro regionale dei tumori: un atto davvero importante, per noi dell'Italia dei Valori e un atto di profonda civiltà della nostra Regione. Ora finalmente la questione della dannosità del Cosmari e altre problematiche simili sul territorio troveranno un approfondimento scientifico, grazie a questo registro. Le popolazioni che abitano nelle aree circostanti impianti del genere, alle quali va la nostra solidarietà e il totale appoggio alle loro giuste battaglie, hanno visto le proprie condizioni di vita peggiorare sempre più. Anche se non esistono dati ufficiali, sappiamo che i casi di tumore in casi del genere aumentano considerevolmente. E in Regione abbiamo lavorato ad una proposta di legge per istituire il registro ufficiale dei casi di tumore, che finalmente ora vede la luce e che sarà strumento fondamentale anche per prendere decisioni in merito alla dannosità di alcuni impianti sopratutto gli inceneritori. Il registro, istituito presso l'Agenzia regionale sanitaria (ARS) sarà denominato Osservatorio Epidemiologico della Regione Marche con compiti di coordinamento dell'attività di rilevazione epidemiologica svolta dagli enti del servizio sanitario regionale. In questo modo, l’Osservatorio potrà coordinare le attività di raccolta, elaborazione e diffusione delle conoscenze sui bisogni di salute della popolazione e sui fattori di rischio della salute; contribuire all'identificazione delle priorità di intervento; all'identificazione e messa a regime di nuovi flussi informativi; coordinare e gestire i registri regionali delle cause di morte e di patologia; e infine curare la tenuta dell'elenco aggiornato dei registri regionali delle cause di morte e di patologia.

Pellegrinaggio

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.