L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

domenica, 21 luglio 2019

Cresce la raccolta differenziata nelle Marche. Macerata provincia migliore

Raccolta differenziataDiminuisce la produzione dei rifiuti, cresce la quota della differenziata. L'assessorato all'Ambiente della Regione ha diffuso i dati relativi al 2011. Le Marche hanno conseguito quasi il 50% di differenziata, con un incremento dell'8% rispetto al 2010.  La produzione di rifiuti e` diminuita di circa 30 mila tonnellate, quella pro-capite di 21 kg. In tre anni, la raccolta differenziata e` quasi raddoppiata. L'assessore Sandro Donati esprime 'grande soddisfazione' per i risultati conseguiti: 'Le politiche regionali, in materia di rifiuti, stanno dando riscontri positivi. E` necessario incrementare la raccolta differenziata porta a porta, per consolidare ulteriormente questi traguardi. La Regione conferma l'impegno per promuovere la crescita costante di una cultura attenta all'ambiente attraverso un'opera capillare di informazione dei cittadini e di formazione degli amministratori locali'. Proprio sull'attivita` di informazione e formazione prosegue la collaborazione fra Regione Marche e Legambiente che, anche quest'anno, organizzeranno 'Comuni ricicloni'. La manifestazione sara` presentata, nei prossimi giorni, dal presidente di Legambiente Marche, Luigino Quarchioni, e dall'assessore Donati.

Produzione dei rifiuti urbani Nel 2011 sono stati prodotte, nelle Marche, 788.346 tonnellate di rifiuti urbani e assimilati, pari a 504 kg/abitante*anno, contro le 818.632 tonnellate del 2010, pari a 525 kg/abitante*anno. La produzione scende di nuovo sotto le 800.000 ton. anno e si attesta all'incirca sui valori del 2004. Sono state prodotte circa 30.000 ton. di rifiuti in meno rispetto al 2010, pari a una diminuzione del 3,70%. Tale dato corrisponde, pro-capite, a meno 21 kg. di rifiuti. Nel 2008 il dato era stato infatti di 544 kg. ab.anno, 528 kg. Nel 2009 e 525 kg. ab.anno nel 2010. Si consolida, quindi, il trend di minor produzione dei rifiuti partito dal 2007.

I Comuni con il pro-capite più elevato sono, infatti, in genere, quelli costieri o di montagna, ad elevata presenza turistica, con basso numero di abitanti residenti stabilmente. Fra questi si possono citare i casi di Ussita e Numana che hanno una produzione pro-capite superiore ai 1000 kg/ab*anno; significativo e` invece il trend positivo di Gabicce che e` sceso da 1.012 a 969 kg. ab.anno, sotto la emblematica 'soglia mille'.

Raccolta differenziata dei rifiuti urbani Molto positivo e` anche il dato della raccolta differenziata, che e` arrivata al 49,08% con un aumento del 7,72% rispetto all'anno precedente. L'incremento e` significativo perche` e` addirittura superiore al tasso di crescita che si era registrato fra il 2010 e il 2009 (un piu` 6,23%, dal 35,15 al 41,38%); un aumento in percentuale che porta quasi a raddoppiare il dato del 2011 rispetto a quello del 2008 quando, nelle Marche, la raccolta differenziata si eraattestata al 26,53%.

A livello di Ambiti territoriali ottimali (Ato), cioe` di singola provincia, i trend nel triennio sono stati i seguenti: Provincia RD 2009 (%) RD 2010 (%) RD 2011 (%) Differenza 2011-2010 Differenza 2011-2009 Pesaro Urbino 29,35 34,18 42,71 + 8,53 + 13,36 Ancona 36,81 45,50 53,63 + 8,13 + 16,82 Macerata 49,02 56,50 65,63 + 9,13 + 16,61 Fermo 26,92 33,41 37,92 + 4.51 + 11,00 Ascoli Piceno 29,65 32,04 38,12 + 6,08 + 8,47 Regione Marche 35,15 41,38 49,10 + 7,72 + 13,95 Significativo e` il risultato della Provincia di Macerata che ha un trend positivo di oltre il 9%. Sono superiori alla media regionale anche gli incrementi di Pesaro e Urbino e di Ancona, altra provincia che partiva gia` da una buona performance. Pur dando segnali di ripresa, i due Ato in maggior affanno sono ancora quelli di Fermo e di Ascoli Piceno. In quest'ultima Provincia nessun Comune ha raggiunto l'obiettivo del 60% fissato dalla legge; in quella di Fermo sono invece quattro. La popolazione dei Comuni che hanno superato la soglia del 60% di raccolta differenziata e` complessivamente di circa 540.000 abitanti, pari al 34% della popolazione totale; in sintesi un marchigiano su tre e` stato virtuoso nella raccolta differenziata.

I Comuni che hanno superato, nel 2011, la fatidica soglia del 60% di raccolta differenziata che assicura, grazie al sistema premiale introdotto dalla Regione Marche, il pagamento di un tributo ridotto per lo smaltimento in discarica dei rifiuti, sono stati 58; il maggior numero e` concentrato nelle province di Macerata (36 Comuni) e di Ancona (13 Comuni) e, a seguire, Pesaro e Urbino (5 Comuni) e Fermo (4 Comuni). Le migliori performance sono state quelli dei Comuni di Montecassiano (83,84%), Pollenza (83,42%); Fiordimonte (81,86%), Esanatoglia (81,54%), Pievebovigliana (80,91%), Montelupone (80,75%), Appignano (80,13%) tutti in provincia di Macerata e con valori sopra l'80%; Serra de' Conti (77,27%) in provincia di Ancona, Porto San Giorgio (66,15%) in provincia di Fermo, Sant'Ippolito (78,17%) e Mondavio (73,88%) in quella di Pesaro e Urbino.

Fra i Comuni capoluogo di Provincia il risultato migliore e` quello di Ancona (60,58%), seguita da Pesaro (53,39%), Macerata (44,58%) e poi da, Ascoli Piceno (41,07%) e Fermo (33,68%). Fra i Comuni maggiori, ottimi i risultati di Recanati (76,35%), Tolentino (71,13%), Osimo (63,87%), Porto San Giorgio (66,15%) e Porto Sant'Elpidio (62,51%).

Pellegrinaggio

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.