Renzi, il premier indiscusso del Montecosaro. “Delusione enorme, ma ora pensiamo ai play-off”

174

PRIMA CATEGORIA – Un solo, misero punto, ha separato il Montecosaro dalla vittoria del campionato.

 

 Una beffa atroce per i ragazzi di mister Luigi Giandomenico, superati al fotofinish dal Muccia che ha staccato direttamente il pass per la Promozione. Una delusione forte in casa nero-verde, alla quale i maceratesi proveranno a mettere fine attraverso i play off.

E a dare la carica ci pensa Michelangelo Renzi, numero uno montecosarese, vero premier della difesa con soli venti gol subiti in stagione.

Michelangelo, quanta delusione c’è per la mancata vittoria del campionato. Quanta voglia di riscattarsi ai play off? “Siamo molto delusi per la mancata vittoria ma felici perché, di fatto, abbiamo disputato un grandissimo campionato. Siamo stati avanti in classifica per diverse giornate di seguito e questo la dice lunga, il distacco è stato minimo purtroppo. Adesso andremo ad affrontare la finale consapevoli della nostra forza e con una gran voglia di vincere”.

Cosa vi è mancato per vincere? “Difficile dire cosa è mancato: abbiamo sofferto un calo a febbraio dove abbiamo pareggiato qualche partita di troppo”.

Quale gara ricorda con rammarico maggiore? “Sicuramente le partite che rimpiango di più sono lo scontro diretto in casa con Muccia, dove abbiamo perso senza prendere un tiro in porta e poi, sicuramente, la sconfitta in casa al 90º e oltre contro Casette Verdini”.

Vi aspettavate ad inizio stagione di fare così bene fino alla fine? “Gli obbiettivi iniziali erano quelli di centrare i play off, dato che lo scorso campionato li avevamo mancati per poco e poi strada facendo durante la stagione ci siamo accorti che potevano arrivare in fondo davanti a tutti e ci siamo quasi riusciti: peccato!”.

Come giudica la sua stagione personale? “Personalmente credo di aver fatto bene come tutti i miei compagni: abbiamo concluso con soli 20 gol subiti, molti in meno dello scorso campionato e quindi la giudica senz’altro positiva”.

Ora come affronterete questi play off? “Li affrontiamo sicuramente con lo spirito giusto, sicuri nei nostri mezzi e poi vinca il migliore. Sperando, ovviamente, di poter essere noi”.