Tolentino, grande partecipazione per il convegno con Cristian Bucchi

156

E' stata una serata davvero speciale quella che ha visto come protagonista Cristian Bucchi.

L'auditorium San Giacomo di via Ozeri a Tolentino ha ospitato ieri sera il convegno "Dal Calcio dilettantistico al calcio professionistico. Dalla panchina del settore giovanile a quella della prima squadra. Le esperienze e i vissuti di Cristian Bucchi”, organizzato dall' U. S. Tolentino 1919 con il patrocinio dell' A.I.A.C. Marche e del Comune di Tolentino.

Dopo i saluti e le presentazioni, curati dal presidente del sodalizio crèmisi Fabio Mazzocchetti, dal consigliere comunale con delega allo sport Francesco Pio Colosi e dal presidente di A.I.A.C. Marche Angelo Ortolani, l' ex calciatore ed ora allenatore ha letteralmente incantato la platea – composta da addetti ai lavori, ex calciatori, allenatori, dirigenti e, più in generale, amanti del gioco più bello del mondo – raccontando la sua storia, le esperienze, gli aneddoti più significativi della sua carriera calcistica. E poi toccato all'ex calciatore professionista e ora docente del settore tecnico della FIGC Alessandro Porro parlare degli aspetti tattici e tecnici in cui ha riscontrato differenze fra il lavoro che si svolge in Italia e quello sviluppato all'estero, mentre il responsabile tecnico del settore giovanile tolentinate Francesco Palombi ha poi concluso la serie di interventi illustrando il programma che si svolge quotidianamente presso il vivaio e le varie iniziative che fanno parte del progetto "Formazione Cremisi".

Erano presenti il sindaco di Tolentino, Giuseppe Pezzanesi, l'ex calciatore Mirko Cudini (che ha vestito, fra le tante, le maglie di Ascoli, Torino, Cagliari e Genoa), il procuratore Silvio Pagliari. Al termine degli interventi dei relatori sono state numerose le domande del pubblico presente, questioni che hanno scaturito un dibattito vivo e davvero ricco di spunti interessanti.

"Mi ha fatto molto piacere partecipare ad una serata così ben organizzata e stimolante sotto tanti punti di vista – ha affermato Cristian Bucchi al termine del convegno – Ringrazio l' Unione Sportiva Tolentino per avermi invitato a quest'incontro davvero interessante e al quale spero di aver dato il mio contributo. Mi auguro che la mia testimonianza serva ai giovani per capire che nel calcio occorre tanta passione, spirito di sacrificio e voglia di allenarsi sempre seriamente, anche quando le cose non sembrano andare per il verso giusto”.