Tripudio Montottone, vince in rimonta e blinda la Promozione

210

PROMOZIONE – Gioia Montottone, batte il Pagliare e mantiene il posto in Promozione anche per il prosismo anno.

 

 I gialloblù vedono l’infermo nel primo tempo, sotto di due reti e nella ripresa ribaltano il risultato, rivedono la luce e riafferrano quella Promozione, che vale oro per un paesino di mille anime. Facce deluse dalla sponda biancorossa. Risultato in cassaforte per mister Poli, fuori per squalifica, sopra di due gol la sua squadra si è fatta rimontare, giocando una ripresa sicuramente non all’altezza del primo.

Nei primi minuti il Pagliare dà l’impressione di essere meno contratto del Montottone, che pur avendo due risultati a favore, non mostra brillantezza. Ma è un impressione perché quando i gialloblù giocano palla a terra sono dolori per la retroguardia del Pagliare. All’8′ azione insistita di Moretti sulla destra, palla per Boccatonda che calcia a botta sicura, salva un difensore sulla linea. Al 13′ ancora Moretti sul vertice destro dell’area di rigore lascia partire un sinistro a giro che Peroni può solo guardare, ma la palla si stampa sulla traversa. Moretti scatenato dopo un minuto entra in area dalla sinistra calcia ad incrociare Peroni ci mette una pezza e devia in angolo. Scende il ritmo anche per il primo vero caldo e per la gestione di una gara che potrebbe durare anche 120 minuti. Al 34′ tre minuti di follia del Montottone consegnano al Pagliare il doppio vantaggio. Su un pallone rasoterra in area, Marcantoni ed Armellini non si intendono, arriva lestissimo Palma defilato sulla sinistra, che viene toccato da Armellini. Rigore e giallo per il portierone gialloblù. Protestano gli ospiti chiedendo il rosso, ma la decisione del Signor Bilò sembra giusta. Sul dischetto Palma, di sinistro a incrociare basso e forte il tiro che Armellini intercetta ma la sfera finisce in rete. Passano tre minuti ed arriva il raddoppio ospite. Tamburrini dalla destra crossa per Picciola che, anticipa Boccatonda e mette in fondo al sacco. Il Montottone vede le streghe ma non si disunisce e seguita a giocare come sa. Al 39′ ancora Moretti spara col sinistro dai venti metri ed ancora Peroni gli dice di no.

Si va al riposo col doppio vantaggio ospite. Cambia mister Cannellini ed inserisce Garagliano per Cappella, passa con la difesa a quattro, e Garagliano si posiziona sull’esterno destro. Sarà una mossa decisiva. Dopo tre minuti della ripresa tiraccio di Palma dai venti metri e risposta da campione di Armellini, che con la manona destra devia la sfera. Al 55′ Spigonardi, già ammonito entra duro su Garagliano; il centrocampista biancorosso finisce anzitempo sotto la doccia. Al 59′ il Montottone accorcia. Cross dalla sinistra di Marcantoni, inserimento perfetto di un super Carelli che di testa infila Peroni. Il Montottone adesso ci crede e schiaccia il Pagliare nella propria area. Al 63′ l’incomprensione è tra Luciani e Peroni, Pazzi ne approfitta ed infila il 2-2. Il Pagliare soffre ed il Montottone ha decisamente in mano la gara. Al 76′ Garagliano va via come un missile sulla destra, crossa per Pazzi che di testa firma la rimonta e la sua personale doppietta pesantissima. Tripudio gialloblù in una cornice di pubblico delle grandi occasioni. Non c’è la reazione del Pagliare ed il Montottone riesce a gestire la gara senza patemi. Ultima emozione al 93′ quando Armellini viene ammonito per aver perso tempo, ed è il secondo giallo. Anche lui finisce sotto la doccia anzitempo. Ma non c’è tempo per il Pagliare perché il Montottone si arrocca e non concede praticamente nulla.

Finisce col l’urlo liberatorio dei tanti presenti che sancisce la permanenza del Montottone in Promozione per il terzo anno consecutivo.

Un deluso mister Fabio Poli analizza così la gara: “Dopo aver chiuso il primo tempo col doppio vantaggio ed avendo praticamente la gara in pugno l’espulsione di Spigonardi ci ha condizionato enormemente. Probabilmente senza l’uomo in meno avremmo potuto giocare di rimessa e magari fare ancora male al Montottone. Poi abbiamo avuto quattro cinque minuti dove siamo andati in bambola ed il Montottone ci ha fatto male. Comunque voglio precisare che non mi sono mai lamentato degli arbitraggi, ma oggi, nell’occasione dell’atterramento di Palma da parte di Armellini, l’arbitro doveva estrarre il rosso diretto per il portiere gialloblù. Questo episodio ha condizionato di gran lunga l’incontro. Purtroppo questo tipo di partite sono terribili, oggi è toccato a noi dover versare lacrime amare, ma ciò che tengo a dire è che abbiamo lavorato tutto l’anno con serietà e grande impegno, purtroppo questa retrocessione è durissima da digerire”. 

Tutt’altro umore dalla sponda gialloblù. Mister Adriano Cannellini analizza così la gara: “Una gara incredibile, vinta col cuore e con l’impegno di un gruppo che oggi ha mostrato di avere gli attributi. Una partenza ottima, con tre occasioni clamorose poi un black out di tre minuti, dove abbiamo regalato il doppio vantaggio agli ospiti. Ma nello spogliatoio ho visto i ragazzi carichi e determinati, come lo erano stati in queste due settimane di preparazione al match. Ero sicuro che avremmo fatto un secondo tempo ad alto livello e così e stato. Ringrazio i ragazzi, ringrazio la società e ringrazio i due tecnici che mi hanno preceduto perché il lavoro svolto in un’intera stagione e questa salvezza bellissima va condivisa con loro.

MONTOTTONE: Armellini (93′ Remia), Carelli, Cappella (46′ Garagliano), Marcantoni, Boccatonda, Monaldi, Cannellini, Mandolesi (58′ Schicchi), Bigioni, Moretti, Pazzi. All. Cannellini

PAGLIARE: Peroni, Bizzarri, Mariani, Luciani, Colonnelli, Massi (85′ Romagnoli), Quinzi (77′ Eutizi), Spigonardi, Palma, Tamburrini, Picciola (60′ Balestra). All. Poli

ARBITRO: Bilò di Ancona, assistenti Voytyuk di Ancona e Gigli di Macerata.

RETI: 34′ Palma (R), 37′ Picciola, 59′ Carelli, 63′ e 76′ Pazzi.

NOTE: Terreno in ottime condizioni, spettatori 300 circa, ammoniti Palma. Tamburrini, Eutizi, Moretti, espulsi al 55′ Spigonardi per doppia ammonizione ed al 91′ Armellini per doppia ammonizione.

Dal sito del Montottone Calcio