L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

sabato, 20 aprile 2019

Viaggiare on the road in Sardegna

TURISMO .-  Sei alla ricerca di consigli ed informazioni utili per pianificare al meglio la tua vacanza estiva?

La Sardegna è una delle migliori isole e bellezze del Mare Mediterraneo da visitare. Sole, mare, spiaggia e, soprattutto, tanto divertimento: ecco i motivi per viaggiare on the road in Sardegna. In questa guida scopriamo quali sono i mezzi migliori per visitare la fantastica isola sarda immersa nelle acque cristalline e calde del Mare Nostrum.

Sardegna: viaggio on-the-road

Ferie estive? Dove soggiornare? Per godersi una vacanza rilassante con tanto divertimento, spiaggia, mare e sole, la Sardegna è la migliore meta turistica da preferire. La bellezza insulare di questa antica terra ancestrale, immersa nelle limpide e calde acque del Mare Mediterraneo, la rendono un vero e proprio “paradiso terrestre”, caratterizzato da ben 2.000 km di costa e da un entroterra montuoso attraversato da magnifici sentieri, ideali per organizzare rilassanti ed avventurose escursioni e trekking. Come non amare il suo paesaggio “frastagliato”? La Sardegna è costellata dai suoi famosi nuraghi, misteriose rovine in pietra dalla forma ad alveare, costruiti durante l’Età del Bronzo. Ecco come organizzare il proprio viaggio on-the-road alla scoperta delle bellezze paesaggistiche della c.d. "Caraibi d'Italia".

Viaggio in Costa Smeralda: viaggiare in traghetto e in nave

Per chi non ha problemi di budget e per chi ama distinguersi dalla “massa”, la Costa Smeralda è la “perla” della Sardegna: non a caso è la meta prediletta dei VIP. In questa favolosa e rinomata costa, i turisti adorano godersi il magico mix di mare, sole e colori a cui è quasi impossibile resistere. Questo fantastico scorcio paesaggistico si estende sul tratto della costa nord-orientale della Sardegna, tra Cugnana e il golfo di Arzachena. Il suo principale centro rimane Porto Cervo, che da piccolo villaggio di pescatori si è trasformato in un centro “nevralgico” che attrae ogni anno consistenti flussi di turismo di lusso. Come arrivare in Costa Smeralda? Il porto di Olbia rappresenta uno dei più importanti scali passeggeri del Mediterraneo, con ben quattro milioni di presenze ogni anno. Ad Olbia attraccano ogni giorno migliaia di traghetti e navi da crociera. I traghetti per la Sardegna partono da diversi porti del Mar Tirreno ma anche dalla Corsica e dalla Sicilia. Le Compagnie di Navigazione che operano i collegamenti sono ben sette (Moby, Tirrenia, Grimaldi, Sardinia Ferries, etc.) e gli orari delle navi per la Sardegna differiscono a seconda delle Compagnie di navigazione e della fascia oraria di partenza (diurna, pomeridiana o notturna). Tutti i traghetti per la Sardegna trasportano sia passeggeri che veicoli e offrono diverse tipologie di sistemazioni e servizi a bordo con tariffe e promo anche scontate, specie durante la bassa stagione. I passeggeri possono scegliere di viaggiare in cabina oppure optare per soluzioni più economiche, quali la sistemazione in poltrona o il passaggio ponte senza sistemazione prenotata.

Viaggiare in Sardegna con l’aereo

Una soluzione un po’ meno preferita dai turisti è quella di raggiungere la Sardegna con l’aereo, le cui destinazioni sono: Cagliari (Elmas), Olbia, Alghero (Fertilia), Tortoli (Arbatax). Numerose compagnie aeree internazionali e nazionali offrono voli di linea, in più voli charter durante il periodo estivo. Migliaia di voli giornalieri dai principali aeroporti italiani sono diretti verso la Sardegna: in poco più di un’ora di volo si può raggiungere l’aeroporto di Cagliari o di Olbia a prezzi competitivi.

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.