L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

giovedì, 18 aprile 2019

Tra arte e storia: Villa Adriana, la dimora dell’Imperatore

CULTURA - Un luogo magico che custodisce un’importante memoria storica oltre che un ricco patrimonio artistico; il tutto pochi chilometri da Roma, città italiana più visitata dai turisti e che spesso per questa sua imponenza oscura parzialmente tutto ciò che le si trova nelle vicinanze.

Non in molti sono a conoscenza del fatto che nei pressi della Capitale sorge un luogo denso di fascino, cultura e luoghi di interesse turistico da visitare: si tratta di Tivoli, la città delle ville, due delle quali incluse tra i patrimoni Unesco. Una di queste è una villa di epoca romana che fu dimora di uno degli imperatori più dibattuti.

Siamo a Villa Adriana, nel cuore di Tivoli: edificata nel II secolo d.C. su un’area molto vasta di circa 120 ettari per volontà proprio dell’Imperatore Adriano, figura discussa per la sua passione verso l’arte e tutto ciò che era sfarzoso, bello dal punto di vista estetico. E proprio Villa Adriana è una testimonianza fedele di questa impostazione in quanto nacque per diventare, secondo volere di Adriano, una delle dimore più magnificenti dell’epoca ammirata in tutto l’Impero.

Ed oggi Villa Adriana a Tivoli riesce a racchiudere in sé la magnificenza di quel passato, a tratti ingombrante, ancora visibile in molti dei suoi resti. Un salto nella storia, precisamente nel cuore dell’Impero Romano. La costruzione della villa iniziò infatti a partire dal 117 d.C. e furono necessari oltre 20 anni per portare a termine i lavori.

La sede di questo imponente edificio venne scelta a Tivoli proprio per optare su un luogo lontano da Roma e dalla vita politica quotidiana dell’Urbe. Tivoli divenne da lì in avanti meta di molti esponenti della nobiltà romana dell’epoca che vi si recavano per trascorrevi le proprie vacanze anche grazie alla presenza delle note e benefiche acque termali, marchio di fabbrica di questa zona ancora oggi fruibili.

Tra i luoghi di Villa Adriana da visitare in quanto conservati ed apprezzabili in tutto il loro splendore, il Pecile; le Cento Camerelle e l’Antinoeion; la Sala dei Filosofi; il Teatro Marittimo; il Palazzo Imperiale; l’Antiquarium; le biblioteche della villa; la Piazza d’Oro; la Caserma dei Vigili; l’Edificio con peschiera.

Un luogo magico da visitare e nel quale perdersi tornando indietro, con la mente, all’epoca degli Antichi Romani; la vicinanza con la Capitale lo rende poi ideale per chi sia in viaggio a Roma e voglia vedere qualche sito di grande interesse artistico e culturale a pochi chilometri di distanza dalla Città Eterna.

 

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.