L'Indiscreto Il Quotidiano Delle Marche

lunedì, 24 giugno 2019

Vacanze a Levico Terme: perché scegliere la perla della Valsugana?

TURISMO - L'estate è ormai alle porte: le giornate sono più lunghe ed il caldo si fa sentire.

Per non rischiare di trascorrere le proprie vacanze sul divano, è necessario darsi da fare e scegliere la destinazione di viaggio. Vuoi provare qualcosa di diverso? Un'idea può essere quella di puntare ad una località di montagna, in modo da allontanare il più possibile lo stress accumulato durante l'anno, a causa del lavoro e degli impegni familiari.

Ma qual è il posto più indicato per rigenerarsi e per dedicarsi un po' di attenzioni? Negli ultimi anni grande apprezzamento ha riscontrato Levico Terme: una piccola perla situata nei pressi della Valsugana, che richiama ogni anni numerosi vacanzieri. La zona presenta diverse strutture ricettive, tutte pensate per rendere la permanenza in questo angolo del Trentino davvero speciale.

Tuttavia, per chi punta ad una vacanza indimenticabile, l'hotel Daniela di Levico Terme è la scelta migliore, in quanto è caratterizzato da un ampio giardino e da una vasca idromassaggio, perfetta per rilassarsi all'aperto, nonché camere accoglienti ed un ristorante in cui assaporare la vera cucina locale, a base di prodotto genuini ed a chilometro zero.

Benessere e relax: le terme di Levico e tanto sport

La scoperta delle virtù terapeutiche delle acque termali arsenico-ferruginose della zona risale agli inizi dell'Ottocento. Ciò portò la località a diventare fin da subito un importante polo di attrazione turistico: molte famiglie nobili, tra cui anche gli Asburgo, passavano qui le proprie vacanze per rigenerarsi.

Tuttavia, ancora oggi è possibile godere dei benefici di questo piccolo miracolo della natura, presso gli stabilimenti di Levico e Vitriolo, effettuando bagni, fanghi e cure inalatorie. Tuttavia, questa è anche una zona perfetta per andare in bicicletta, grazie alla ciclabile della Valsugana, che costeggia il fiume Brenta per 80 chilometri, dal lago di Caldonazzo fino a Bassano del Grappa.

Sul percorso le attrazioni degne di nota sono molte, come il Museo degli spaventapasseri ed il Parco delle terme, nonché la Mostra permanente della Grande Guerra ed il Castel Telvana. Per chi ama camminare, invece, la Catena del Lagorai ha molto da offrire: 70 km di montagne strette tra la Valsugana e la Val di Fiemme, in cui si snodano percorsi interessanti.

Attrattive interessanti: il lago di Levico ed i Forti militari

Una delle attrattive da non perdere è il lago di Levico, che, insieme, al vicino lago di Caldonazzo, forma un ecosistema unico, che non si trova in nessun altro luogo d'Italia. Lo specchio d'acqua è tranquillo, attraversato da acque cristalline e circondato da spiagge, prati e canneti. Qui è possibile nuotare o pagaiare verso l'orizzonte, accompagnati dai germani reali. Tuttavia, molto apprezzati sono anche i forti, che sono distribuiti un po' ovunque sul territorio.

Proprio dentro l'abitato di Levico prende piede un sentiero che permette di raggiungere il Forte di Colle delle Benne, che si erge a testimonianza delle terza guerra d'indipendenza. Tuttavia, interessante è anche il Forte Tenna, che si sviluppa sulla collina che divide i laghi di Levico e Caldonazzo. Sull'altro lato della Valsugana, inoltre, si trova la via dei forti, che conduce al celebre Forte Vezzena, posto a 1908 metri di altitudine, che regala una vista mozzafiato.

 

I più letti

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui Per saperne di piu'

ACCETTA
© Quotidiano online L'Indiscreto - P.I. 01737070431 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 595 - Iscrizione al Roc (Registro Operatori della Comunicazione) Direttore Responsabile: Paola Verolini Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale é coperto da Licenza Creative Commons.