Undici metri di passione, il Matelica insegue ancora il sogno

195

Termina a reti bianche la terza fase play off nazionali del Matelica che, dopo i canonici novanta minuti, ai calci di rigore supera per due a zero la Sacilese. I biancorossi marchigiani sprecano anche un rigore con Cognigni nella ripresa e, dagli undici metri, ringraziano super Spitoni autore di due grandi parate e le realizzazioni di Cognigni e Mangiola.

La prima vera conclusione del match porta la firma di Cacciatore al 20esimo, Bazzicchetto para a terra. Risponde Fracaro con una spettacolare rovesciata dal limite che non inquadra la porta. Al 26esimo ci prova Grion dai 25 metri, palla di poco alta. Al 30simoPaladin ruba palla di testa a Tonelli sulla destra, si invola da solo verso la porta marchigiana e serve a Fracaro al centro un comodo pallone che il numero 10 biancorosso non riesce a tramutare in rete: il suo rasoterra è parato a terra da Spitoni. Al 44esimo Fracaro recupera splendidamente palla sulla sinistra dell’area, scarta anche il portiere in uscita e mette in mezzo per Paladin, che non riesce a trovare il varco vincente tra una selva di gambe. Sacilese per la seconda volta vicina al vantaggio prima dell’intervallo.

Si va così al riposo sullo zero a zero. Al terzo della ripresa diagonale alto di Cognigni e, al 12esimo, il Matelica ha la grande chance per portarsi in vantaggio: fallo di Manucci su Cacciatore e per l’arbitro è rigore. Va Cognigni dal dischetto, ma Bazzicchetto respinge. E’ l’occasione più ghiotta della gara, ma i novanta minuti terminano in parità e si va ai calci di rigore. Il Matelica è più preciso e continua il suo sogno Lega Pro.

MATELICA-SACILESE 0-0 2-0 dcr

MATELICA: Spitoni, Colantoni, Tonelli, Scartozzi, D’Addazio, Ercoli, Gilardi, Gadda, Cognigni, Cacciatore, Mangiola. All. Carucci

A disp: (Passeri, Silvestrini, D’Alessio, Martini, Scotini, Lazzoni, Api, Staffolani, Campioni)

SACILESE: Bazzicchetto, Peressini, Beccia, Grion, Manucci, Baggio, Craviari, Boscolo (dal 16′ st Ferreira), Spagnoli, Fracaro, Paladin. All. Furlan (Zironelli squalificato)

A disp: (Berto, Grazzolo, Slongo, Pigatti, Stiso, Barattin)

ARBITRO: Oggioni di Monza