Vaccini Covid – Nelle Marche oggi si parte con persone fragili e forze di polizia

Lo spiega l'Assessore generale alla sanità, Filippo Saltamartini, su Facebook

311

Oggi iniziamo la vaccinazione delle persone fragili con Pfizer e Moderna. Con AstraZeneca si avvia anche la vaccinazione dei servizi pubblici fondamentali: settore pubblica sicurezza“.

Lo annuncia sulla sua pagina Facebook l’assessore alla Sanità delle Marche Filippo Saltamartini, parlando di “un altro segmento di fragilità: quello dei pazienti in cura e presi in carico dal Sistema Sanitario Regionale”.

Il flusso dei numeri della vaccinazione è ancora rallentato dal basso numero di vaccini programmato per il mese di marzo – spiega – anche se ieri è arrivata la fornitura Pfizer. Su questo fronte si registra anche un’altra notizia positiva. Accanto ai 40 medici (prevalentemente in pensione) inviati da Arcuri per potenziare l’organizzazione vaccinale, presto ne arriveranno altri (non ancora definiti nei numeri) che ci daranno man forte anche per i domiciliari” Da questa mattina “per pazienti che sono in carico presso il servizio sanitario e che sono in dialisi, si avvia la vaccinazione Pfizer.

Accanto a loro partirà la vaccinazione anche per coloro i quali hanno patologie croniche e respiratorie, oncologiche, cardiopatiche e simili”. Quanto alle forze di polizia, “ogni Corpo si è auto organizzato: alcuni Corpi hanno i loro medici, altri saranno serviti dalla sanità della Marina che ha dato un contributo fondamentale nella nostra regione, risolvendo cento focolai di Covid 19 soprattutto nelle case di riposo e salvando centinaia di persone. In questo target vi rientrano anche le polizie locali e quelle provinciali. Per disposizione ministeriale saranno vaccinati anche i detenuti”.

Saltamartini ribadisce che “l’ordine nelle priorità della vaccinazione è stato adottato nella conferenza Stato-Regioni (non c’è discrezionalità da parte della Regione) e che la velocità dipende dalle forniture” dei vaccini, “ancora poche”.