5 ottimi consigli per risparmiare energia elettrica in azienda

56

Uno dei costi principali che grava sulle aziende e imprese è quello relativo alla fornitura di energia elettrica. A prescindere dal settore di attività, la bolletta della luce per le aziende rappresenta un costo non è indifferente da fronteggiare che però può essere abbassato se si mettono in atto una serie di attenzioni. Preoccuparsi della riduzione dei consumi energetici è importante non solo per quanto riguarda i costi ma anche il rispetto ambientale. Questi sono i cinque migliori metodi per ridurre il costo dell’energia elettrica per le aziende.

Accendere solo quando serve

Spesso in azienda capita che i dispositivi siano costantemente collegati alla corrente e sempre accesi anche se non servono. Per esempio, la stampante resta accesa tutto il giorno anche se nessuno la sta davvero utilizzando. Bisogna invece fare attenzione e accendere i dispositivi solo nel momento in cui servono per evitare che consumino energia elettrica e aumentino i costi che vengono fatturati in bolletta. Inoltre, meglio ricordare che le funzioni standby di computer, laptop e simili non sono così vantaggiose come sembra perché il dispositivo continua a consumare energia elettrica. L’ideale sarebbe sempre spegnere e riaccendere all’occorrenza.

Puntare sull’efficienza energetica

Chi entra nel sito trova tanti altri suggerimenti su come ridurre i consumi in azienda per risparmiare sulla bolletta e anche tante offerte dedicate alle piccole e medie imprese. Tutte le imprese che sono alla ricerca di sistemi per ottenere un risparmio sulla bolletta della luce, dovrebbero domandarsi se hanno adottato soluzioni che puntano all’efficienza. Installare luci e lampadine a LED garantisce consumi minori rispetto alle tradizionali luci a incandescenza. Si tratta di un investimento che vale sicuramente la pena fare in azienda anche perché hanno una durata maggiore.

Alzare le tapparelle e sfruttare la luce naturale

Oltre a una maggiore attenzione in merito all’utilizzo di dispositivi elettronici, spesso è l’illuminazione interna a gravare sui consumi di un’impresa. Risparmiare la luce elettrica è fondamentale quando si cerca di ridurre i consumi della bolletta della luce. Tanti commettono l’errore di tenere accese le luci anche quando non servono. Bisognerebbe invece sfruttare al massimo la luce naturale che entra dalle finestre. Ovviamente, bisogna sempre alzare le tapparelle appena si entra in ufficio.

Regolare il termostato dell’aria condizionata

Nel momento in cui in ufficio è attivo un condizionatore d’aria, è abbastanza normale e frequente che i costi fatturati nella bolletta della luce lievitino. Per combattere il caldo senza però generare alti consumi energetici, bisogna imparare a impostare correttamente il termostato senza esagerare. Infatti, non serve a nulla avere un clima polare artico all’interno dei locali dell’azienda.

Monitorare i consumi e promuovere comportamenti più attenti

Per far sì che diventi consuetudine fare più attenzione ai consumi della luce, bisogna promuovere tra tutti i dipendenti le best practice. Creare consapevolezza tra tutti i soggetti coinvolti, aiuta a raggiungere gli obiettivi di efficienza energetica. Inoltre, bisogna sempre riportare i risultati ottenuti monitorando i consumi energetici.