A Camerino l’Italia cala il tris, Albania battuta in rimonta

92

CAMERINO – L’Italia di fronte all’ottima cornice di pubblico del «Livio Luzi» ha centrato il poker liquidando l’Albania grazie alla doppietta di Bentivegna (glaciale destro su assist di Fabbro e implacabile nel deporre in rete una sponda di testa di Steffè) e al centro di Vido (anticipata l’uscita di Kuqo).

«Nella prima frazione – dichiara il CT Vanoli – abbiamo fatto un po’ troppo fatica allungandoci. Dopo l’autorete (Troiani di testa gabba Gori con un pallonetto, ndc), non ci siamo abbattuti: reazioni come questa fanno parte delle caratteristiche del gruppo. Nel secondo tempo siamo stati più equilibrati e abbiamo giocato più di squadra. Sul 2-1 potevamo gestire meglio e chiudere prima il match. Comunque sono soddisfatto».

In tribuna non è passato inosservato il Coordinatore delle Nazionali giovanili Arrigo Sacchi il quale è stato omaggiato assieme ad Antognoni dal sindaco di Castelraimondo e dal Prorettore Pettinari. L’ex CT, disponibilissimo, è stato sommerso dal calore degli sportivi accorsi allo stadio. Dopo essersi unito al capodelegazione azzurro Antognoni negli elogi per l’ottima location, Sacchi si è soffermato sul match: «Dopo un primo tempo condizionato dal vento che ci ha impedito il fraseggio, nella ripresa si è vista qualche buona trama. Sono abbastanza soddisfatto considerato che avevamo molte assenze visto che molti ragazzi sono passati con l’Under 19».

ITALIA – ALBANIA 3-1

ITALIA: Gori (1’ st Lentini), Troiani (13’ st Gemignani), Anastasio, Palazzi (1’ st Steffè), Capradossi (13’ st Sciacca), Luperto (35’ st Calabresi), Tutino (13’ st Prezioso), Murgia, Fabbro (22’ st Vido), Bentivegna, Mastalli. All. Vanoli.

ALBANIA: Elezaj (35’ st Kuqo), Musai (35’ st Shpuza), Karriqi, Fili (35’ st Lila), Aliu (22’ st Rabi), Ruci (1’ st Peci), Abrazhda (38’ st Beqiri), Laci, Morina, Tahiraj (22’ st Rabi), Krasniqi (1’ st Shahinas). All. Strakosha.

ARBITRO: Bruni di Fermo.

RETI: 6’ pt autorete Troiani, 11’ pt e 23’ st Bentivegna, 48’ st Vido.

NOTE: recupero 1’+5’. Spettatori 500 circa.