A Castelraimondo si respira clima “azzurro”

106

Si respira un piacevolissimo clima nell'Alto Maceratese. Il clima dell'Italia.

La nazionale Under 18 è infatti arrivata a Castelraimondo per preparare la sfida con l'Albania prevista per mercoledì 14 maggio alle ore 15:00 allo stadio «Livio Luzi» di Camerino (ingresso gratuito). Il match contro le aquile è la quarta amichevole che la selezione di Paolo Vanoli affronta in vista degli Europei fissati nel prossimo ottobre.

Il commissario tecnico, che tutti ricordano come terzino sinistro di Verona, Parma, Fiorentina, Bologna e Glasgow Rangers, si dichiara «molto fiducioso. Tale sensazione non è data soltanto dalle vittorie conseguite contro Svizzera, Tunisia ed Ungheria, ma soprattutto dalla qualità delle prestazioni offerte e dalle caratteristiche del gruppo. "Posso contare infatti su ragazzi molto motivati e, specialmente, uniti. Abbiamo tutti i presupposti per fare bene». Presupposti ottimi anche sotto l'aspetto logistico: «Non si poteva scegliere location migliore – conclude Vanoli – per preparare e disputare un match della nazionale: impianti sportivi polifunzionali ed all'avanguardia semplicemente invidiabili come, del resto, le strutture alberghiere che rappresentano davvero la serie A dell'ospitalità».

Dopo essere stati accolti dal sindaco di Castelraimondo Marinelli ed aver disputato la prima seduta di allenamento sotto il Cassero, tutti i componenti della delegazione italiana sono stati ricevuti allo stadio universitario «Livio Luzi» dalle maggiori autorità della città ducale: il rettore dell'Università Flavio Corradini, il prorettore Claudio Pettinari, il presidente del CUS Camerino Stefano Belardinelli, il sindaco e l'assessore allo sport di Camerino Dario Conti ed Enrico Pupilli; non sono mancati neanche l'assessore allo sport ed il primo cittadino e di Castelraimondo Elisabetta Torregiani e Renzo Marinelli. Quest'ultimo, a capo della macchina organizzativa, si dichiara contento «per l'attenzione e la curiosità che quest'evento sta suscitando tra i cittadini, gli sportivi e gli addetti ai lavori. Non posso esimermi dal ringraziare per questa vetrina, oltre alla FIGC che ha scelto il nostro territorio, il CUS Camerino, la Folgore Castelraimondo e tutti i volontari che si stanno spendendo per far si che questo evento possa riuscire alla perfezione».