Benefici del CBD: guida a quelli per salute e benessere che non ti aspetti

227

Aiuta a rilassarsi, sì, per questo è la compagna perfetta di una serata all’insegna del totale riposo dopo un’intera giornata di studio o di lavoro. Se non hai mai pensato, però, alla cannabis light come alleata anche della tua salute e del tuo benessere a trecentosessanta gradi quella che segue è la guida essenziale che fa per te ai principali benefici del cannabidiolo.

Quali sono i principali benefici del cannabidiolo e come sfruttarli

Il CBD è un complesso cannabinoide capace di interagire, infatti, per via ormonale con il sistema endocannabinoide umano giocando una varietà di effetti che vanno da quello antidolorifico e antinfiammatorio a quello antiemetico per esempio: diverse medicine tradizionali, non a caso, lo annoveravano tra quei principi attivi capaci di curare diversi stati affettivi e ancora oggi il cannabidiolo è riconosciuto come efficace rimedio contro una serie di sintomi molto comuni. Il dolore in primis: puoi usare il CBD con buoni risultati per alleviare stati dolorosi dalla più diversa natura come dolori muscolari o dolori articolari legati a un trauma per esempio o mal di testa connessi a un accumulo di stress e stanchezza, dolori mestruali, ma anche dolori cronici specie se di lieve entità. Come antinfiammatorio il CBD dà buoni risultati quando utilizzato su contusioni e gonfiori ma anche per trattare infiammazioni della pelle come quelle che sono alla base di numerosi disturbi dermatologici, inclusa l’acne per esempio: è questa una delle ragioni per cui si trovano in commercio numerosissimi cosmetici a base di canapa. Altro motivo sono le proprietà antiossidanti riconosciute al cannabidiolo: aiuterebbe a prevenire la degenerazione cellulare e ciò, oltre ad avere numerose applicazioni possibili e in via di sperimentazione in medicina, fa sì che il CBD sia prezioso alleato di chi vuole prevenire i segni del tempo e dell’invecchiamento, incluso per questo sempre più spesso nella formulazione di creme e sieri anti-aging. Le proprietà protettive del cannabidiolo appena citate possono essere sfruttate anche nel caso in cui si soffra di disturbi a carico dell’apparato digerente; parlando più in generale di alimentazione la cannabis light è un’ottima alleata nel controllo del peso per come riesce a regolare senso di fame e di sazietà.

I benefici del CBD non finiscono qui se si aggiunge che gli studi su come questo e altri cannabinoidi interagiscono con l’organismo sono ancora in corso e che l’effetto rilassante comunemente riconosciuto all’erba light a cui si accennava all’inizio corrisponde, in realtà, un vero e proprio potere ansiolitico del CBD utile a trattare disturbi dello spettro ansioso come attacchi di panico e disturbi del sonno. A separarti, insomma, dal fare del CBD un prezioso alleato della tua salute rimane trovare un cannabis shop di qualità assortito dei prodotti CBD che fanno più al caso tuo: le diverse formulazioni con cui si trova in commercio il cannabidiolo (infiorescenze, olio, capsule gel, cristalli, eccetera), oltre a essere più o meno concentrate e ad avere dosaggi diversi tra cui dovrai sperimentare empiricamente quello più efficace per te, sono ciascuna più indicata, infatti, a trattare un disturbo piuttosto che un altro. L’olio di CBD per uso topico è perfetto da massaggiare su traumi e contusioni e per favorirne il riassorbimento, per esempio, mentre le infiorescenze da fumare possono favorire il relax e il sonno.