Camerette per bambini: come destreggiarsi quando si ha poco spazio

75

ATTUALITA' –  Arriva un bambino in famiglia – o si cambia casa – e ci si trova davanti a diversi dilemmi. Tra questi, è possibile citare gli interrogativi relativi all’arredamento della cameretta.

Spesso, quando si discute di camerette per bambini, si ha la preoccupazione di non riuscire a cavarsela quando si ha poco spazio. Bene, non è vero niente: anche quando la camera è piccola, si possono creare delle vere e proprie meraviglie. Scopriamo assieme qualche consiglio utile al proposito nelle prossime righe.

Cameretta a scomparsa

Quando si parla di soluzioni per arredare la cameretta nel caso in cui si ha poco spazio, è impossibile non chiamare in causa la soluzione della cameretta a scomparsa. Tra i vantaggi di questa opzione è possibile citare non solo l’ottimizzazione degli spazi, ma anche la parentesi estetica. Quando il letto è chiuso, per esempio, ci si può trovare davanti alla superficie esterna di un armadio che può essere abbinata al resto dell’arredamento. Idealmente, è il caso di orientarsi verso soluzioni caratterizzate dalla presenza di massimo due cromie.

Cameretta a soppalco

Un’altra soluzione molto apprezzata quando si discute di arredamento della cameretta con poco spazio è il soppalco. Anche in questo frangente ci si può sbizzarrire tantissimo dal punto di vista creativo scegliendo, per esempio, di appoggiare una libreria dalle linee essenziali alla parete sopra il letto. Ovviamente è opportuno calcolare bene gli spazi. La scrivania, infatti, deve essere sistemata in modo da permette al bimbo di assumere una posizione confortevole e non dannosa per la schiena.

Letto a castello

Eccoci a parlare di una soluzione amatissima dai più piccoli: il letto a castello, parliamoci chiaro, esercita un fascino davvero speciale sui bambini. Quando lo si nomina, è necessario ricordare che si tratta di un’alternativa perfetta per risparmiare spazio. Il letto a castello, infatti, consente di lavorare sulla verticalità.

Per quanto riguarda le soluzioni di arredamento specifiche, le alternative sono davvero tante. Nell’elenco, è possibile citare il fatto di sistemare tutti gli arredi su una singola parete da dividere in due metà: una deve essere dedicata ai letti a castello, mentre la seconda alla scrivania o agli scaffali con gli oggetti più importanti della vita del proprio bambino. Per quanto riguarda quest’ultima alternativa, ricordiamo che esistono pareti attrezzate facilissime da montare e molto gradevoli dal punto di vista estetico.

Conclusioni

Si potrebbe andare avanti ancora molto a parlare dellesoluzioni migliori per arredare la cameretta quando si ha poco spazio. In questo novero, è possibile includere le camerette a ponte. Questa alternativa ha il pregio, come il caso del letto a castello, di sfruttare la verticalità. Si può scegliere tra camerette a ponte lineari, ideali quando si punta all’assoluta semplicità dello spazio, e camerette a ponte ad angolo, perfette quando lo spazio a disposizione è un po’ di più.

In quest’ultimo frangente, è ancora più importante curare l’estetica del pavimento. Con una cameretta a ponte ad angolo, la zona dedicata al gioco del bambino è messa ancora più in risalto. Alla luce di ciò, è opportuno sistemare un tappeto, optando per soluzioni realizzate con fibre naturali e prive di parti che il bambino possa rischiare di ingoiare. Da non dimenticare è anche la presenza di cuscini, che può rivelarsi utile per evitare che il bambino possa sbattere contro qualche spigolo o superficie dura.

Concludiamo con un consiglio tanto semplice quanto importante: quando si scelgono gli elementi d’arredo della cameretta, il bimbo deve essere necessariamente coinvolto. Dopotutto, si parla dello spazio centrale della sua crescita per diversi anni, di un luogo al centro della maggior parte dei sogni e delle emozioni.