Civitanova, 200 mila euro in arrivo dal Miur: saranno investiti per interventi in tre scuole, ecco quali

871

Sono stati individuati dall’Amministrazione Comunale di Civitanova Marche gli interventi da realizzare attraverso il finanziamento con fondi per l’edilizia scolastica, stanziati da parte del MIUR,  per l’anno scolastico 2021-22. Al riguardo, con decreto ministeriale, è stata formata una graduatoria dove è presente il Comune di Civitanova Marche a cui, come da sua richiesta, sono stati ammessi a finanziamento 200mila euro per lavori di messa in sicurezza e adeguamento degli spazi di edifici scolastici.

Gli interventi previsti sono tre e riguardano: l’installazione dell’ascensore alla scuola Mestica di via Quasimodo, dove la procedura è già avviata, ed attualmente si sta provvedendo all’adeguamento del vano ascensore a cui seguirà il montaggio della macchina; il rifacimento di un blocco bagno alla Scuola di via Tacito, per un intervento resosi necessario al fine di massimizzare e “compartimentare” la fruizione di servizi igienici all’interno dell’istituto; le coperture esterne per il plesso scolastico San Marone, comprendente la scuola dell’infanzia (CIPI’) e quella primaria, da realizzarsi in legno o acciaio, al fine di permettere le attività all’aperto o l’attesa degli alunni durante lo scaglionamento degli ingressi e uscite.

Con la somma residua si valuterà l’opportunità di ulteriori installazioni presso altri immobili scolastici.

Il lavoro svolto dall’Amministrazione Comunale e dai relativi Uffici – ha dichiarato il Sindaco Fabrizio Ciarapica – ha permesso di raccogliere importanti risultati a beneficio delle strutture scolastiche della nostra città. L’ottimo lavoro di squadra unitamente ad una programmazione mirata a progetti validi ci permetteranno, attraverso queste risorse, di intervenire su alcuni dei nostri edifici scolastici al fine di garantirne la sicurezza e la fruibilità.

“Siamo riusciti ancora una volta ad intercettare importanti fondi di finanziamento pubblico che ci consentono di raggiungere i nostri obiettivi in termini di edilizia scolastica senza gravare sulle casse comunali. Riguardo il nostro obiettivo legato alla realizzazione dell’ascensore della scuola Mestica, avevamo stanziato risorse comunali che ora, alla luce del riconoscimento ministeriale, commuteremo con risorse pubbliche” ha concluso il primo cittadino.