Civitanova, mense scolastiche: il Comune rinnova il contratto con la “All Food”

237

Nella seduta dello scorso martedì 24 agosto  la Giunta ha deliberato l’indirizzo favorevole al rinnovo del contratto con la ditta “All food” che fornisce i pasti nelle mense delle scuole di Civitanova Marche.

Si tratta di una decisione importante, in quanto l’appalto riguarda la preparazione giornaliera di oltre 1.100 pasti per gli alunni delle scuole di Civitanova Marche che vengono distribuiti in diciassette refettori. L’attuale appalto era stato stipulato con la ditta “All food” a seguito della gara espletata nel 2018. “Tale gara – spiega l’amministrazione comunale –  aveva  previsto una durata di tre anni derogabili con possibilità di rinnovo per altri tre anni. Durante questo triennio la ditta “All food” ha svolto il servizio con la correttezza richiesta da contratto e si è sempre dimostrata aperta alla valutazione delle segnalazioni degli utenti e del personale della scuola fornendo un servizio di qualità”.

“A tal riguardo – continua il Comune – , va segnalato come la ditta aggiudicataria del servizio si sia sempre resa disponibile a collaborare con l’Amministrazione in ogni circostanza ed in particolar modo nel cercare di risolvere le questioni logistiche ed organizzative dovute alla purtroppo ben nota emergenza Covid-19. A seguito della chiusura delle scuole avvenuta nel mese di marzo 2021, la ditta, con senso di responsabilità,  si è resa disponibile a proseguire la preparazione e consegna dei pasti, anche a fronte di un numero molto esiguo di fruitori, vale a dire gli alunni più fragili con disabilità o bisogni educativi speciali (BES) che, così come previsto dal DPCM 6 marzo 2021, avevano la possibilità di poter continuare a frequentare in presenza le attività didattiche.

In un ambito collaborativo e cooperativo, gli Uffici del Comune hanno sempre preso atto delle problematiche sollevate dai genitori e dal personale scolastico ed hanno prontamente segnalato le stesse alla ditta chiedendone sempre ragione. Nella relazione presentata alla Giunta per la decisione sulla proroga si è evidenziato che nessuna delle segnalazioni era da considerare inadempimento grave alle obbligazioni contrattuali tale da poter costituire motivo per la risoluzione del contratto, ai sensi dell’art. 1456 del C.C., per casistiche come interruzione del servizio senza giusta causa; inosservanza reiterata delle disposizioni di legge, di regolamenti e degli obblighi previsti dal presente capitolato; casi di intossicazione alimentare riconducibili a responsabilità della Ditta appaltatrice; accertata insussistenza dei requisiti richiesti dal Bando per l’ammissione alla gara; revoca dell’autorizzazione sanitaria rilasciata per il Centro di Cottura identificato dalla Ditta in sede di gara; segnalazioni per gravi inconvenienti igienico sanitari corredati da analisi o rilievi A.R.P.A.M. e/o N.A.S.;  apertura di una procedura di fallimento a carico della gestione; cessione del contratto; inosservanza del divieto di subappalto, né altra grave inadempienza o fatto che renda impossibile la prosecuzione del rapporto d’appalto.

Alla luce delle ragioni sopra esposte, appurato che il rinnovo contrattuale avrebbe presentato le stesse condizioni economiche del contratto in scadenza, la Giunta ha deliberato il rinnovo dell’incarico del servizio di refezione scolastica all’attuale ditta appaltatrice “All food S.p.A.” per gli anni 2021-2024, in ottemperanza a quanto previsto nel Capitolato d’Oneri approvato con determinazione dirigenziale”.

“La ditta appaltatrice, intenta a migliorare ulteriormente il servizio con propri investimenti ed interventi concreti a vantaggio degli alunni, quest’anno ha realizzato un moderno ed autonomo centro di cottura con la previsione anche di una cucina di riserva qualora si dovessero riscontrare delle problematiche nella cucina principale”.

Negli incontri propedeutici alla decisione sull’eventuale rinnovo la ditta “All food” ha avanzato alcune proposte mirate ad ottimizzare il servizio offerto a cominciare dal disporre una diversa organizzazione del centro stesso, operando con una più accentuata attività formativa, rivolta all’insieme del personale impegnato nel servizio, nonché l’individuazione di una nuova responsabile e la rotazione di alcune figure professionali, oltre alla messa a disposizione della nutrizionista per una fattiva collaborazione con gli esperti dell’amministrazione comunale e il Comitato mensa, finalizzata ad una revisione del menù che abbia l’obiettivo di coniugare sempre al meglio la salute degli utenti, l’educazione alimentare e la gradevolezza da parte dei giovani commensali.

La ditta è altresì disponibile all’attivazione di una fattiva collaborazione con i dirigenti scolastici e gli insegnanti al fine di valorizzare il momento della mensa come tempo integrante del ciclo educativo, cercando anche di coinvolgere direttamente i bambini e le bambine nel giudizio del servizio. E’ altresì intenzione della ditta curare l’organizzazione, concordata con i dirigenti scolastici, di un “Open Day”, consistente nell’apertura, in un giorno da stabilire, della mensa scolastica anche ai genitori, per consentire loro di mangiare con i propri bambini e valutare direttamente la qualità del menù”.