Come è cambiato negli ultimi anni il lavoro del medico

326

Il mondo del lavoro è profondamente cambiato negli ultimi anni sulla scia di tantissime vicende e situazioni, dalla crisi economica globale del 2008 passando per la tecnologizzazione sempre più presente fino ad arrivare di recente alla diffusione della pandemia, fattore che ha impresso una sterzata decisiva al settore occupazionale.
Tutte le professioni sono state colpite da queste dinamiche, nessuna esclusa; con riferimento agli ultimi tempi, una di quelle posta maggiormente sotto la lente di ingrandimento è la figura del medico. Una professione da sempre determinante nel tessuto sociale di un paese e che negli ultimi tempi sta vivendo stravolgimenti legati a situazioni contingenti: ed è soprattutto il rapporto tra medico e paziente ad essere al centro di questa nuova declinazione.

Il nuovo rapporto tra medico e paziente

Senza entrare nei tecnicismi riferiti alla strumentazione sempre nuova che le figure di oggi possono avere a disposizione, ad interessare maggiormente dal punto di vista sociale sono i diversi modi di approcciarsi con il paziente ed il ricorso a strumenti che vengono utilizzato ora e che prima non c’erano. Tutto finalizzato a facilitare la gestione del paziente stesso.
Da questo punto di vista è stata implementata la gestione elettronica che è andata a semplificare il lavoro del medico grazie a gestionali come Gipo che aiutano nell’organizzazione del lavoro. Rientra tutto nella digitalizzazione della sanità promossa anche dal Ministero della Salute (http://www.salute.gov.it/portale/temi/p2_4.jsp?lingua=italiano&area=eHealth) con l’obiettivo di “migliorare i servizi sanitari, limitare sprechi e inefficienze, migliorare il rapporto costo-qualità dei servizi sanitari, ridurre le differenze tra i territori”.

La gestione degli appuntamenti

Ed in quest’ottica rientra proprio il discorso riferito alla gestione del paziente ed all’ organizzazione del lavoro. La prenotazione di un esame è il primo approccio che si ha con un paziente, il biglietto da visita dal quale dipende poi anche il resto del rapporto che si andrà a strutturare.
È importante essere profondamente organizzati ed affidarsi ad appositi software automatizzati, come si diceva prima, soprattutto in questo momento storico così delicato nel quale l’esigenza di non intasare troppo le strutture mediche e di limitare assembramenti è di fondamentale importanza.
Anche da questi aspetti si evidenza quanto e come sia cambiato nel corso degli ultimi anni il lavoro dei medici. Almeno nella forma perché nella sostanza la base è sempre la medesima: da sempre la medicina si basa su comportamenti attesi da buon medico e dal buon paziente, come sottolinea l’enciclopedia Treccani. Aspetti, questi, che son rimasti i medesimi ormai da secoli.