Come fare per aprire un negozio di dolciumi nelle Marche

LAVORO – I dolciumi non si rivelano solo una golosa prelibatezza per giovani e piccini, ma anche una fonte più che eccellente per mettere in piedi un'attività commerciale che sia remunerativa e anche divertente da sostenere.

D'altronde, chi non vorrebbe mantenersi vendendo dolci e caramelle e avendo la possibilità di veder crescere nei propri clienti l'apprezzamento verso i propri banconi zuccherosi? Ma la cosa davvero interessante è che vivere aprendo un'attività di questo tipo non è un sogno, ma una realtà che vede già tanti protagonisti. Vediamo dunque come fare per aprire un negozio di dolciumi e di caramelle nelle Marche.

Trovare la zona più adatta  La cosa più importante, soprattutto visto che parliamo di dolciumi e di caramelle, è individuare una zona che possa portare tantissimi clienti in negozio e generare un interessante volume d'affari. E dato che i dolci sono apprezzati soprattutto dai bambini, riuscire ad aprire un negozio vicino una scuola potrebbe equivalere a fare bingo. Ma la scelta, in questo senso, è molto ampia: aprire un negozio in centro città, ad esempio, garantirebbe un giro di clienti davvero notevole. Tutto dipende, ovviamente, dal budget che avete a disposizione.

Ridurre i costi grazie al web  Una volta che avrete trovato il negozio perfetto per voi, esaurendo probabilmente una parte notevole del vostro budget, dovrete anche arredarlo ed occuparvi delle spese relative alla logistica. In questo senso, potrete risparmiare molto denaro appoggiandovi ai negozi online per acquistare le componenti d'arredamento e anche altri piccoli dettagli che, anche se probabilmente non ve ne rendete conto, sono una voce di costo non indifferente. Ad esempio, online potrete trovare buste per gli alimenti a poco prezzo: la consegna poi arriverà entro pochi giorni, direttamente al vostro negozio, risparmiando non solo denaro ma anche tempo prezioso.

I requisiti burocratici per aprire un negozio di dolciumi Uno step che non potrete assolutamente evitare sarà la burocrazia. Per aprire un negozio di dolciumi e di caramelle, dovrete innanzitutto aprire una partita IVA, iscrivervi all'Inail e all'Inps e, ovviamente, fare richiesta di iscrizione presso il Registro delle Imprese. Una volta che avrete avviato il vostro negozio, dovrete darne comunicazione entro 30 giorni al vostro comune di appartenenza. Infine, per vendere questo specifico tipo di prodotto, dovrete ottenere la certificazione apposita seguendo il corso ICAL: potrete evitarlo solo nel caso in cui abbiate già un'esperienza di minimo due anni nel settore dell'alimentare.

Aprire un'attività in franchising  Infine, se non avete le possibilità economiche per aprire un'attività tutta vostra, il consiglio è di riflettere sull'opportunità di aprire un negozio di caramelle e di dolciumi in franchising, così da poter sfruttare la potenza di un marchio possibilmente già noto al pubblico, e per poter avere anche un servizio d'assistenza specializzato che vi seguirà lungo tutte le tappe della vostra nuova e dolcissima avventura imprenditoriale.

 

Impostazioni privacy