Come il team building migliora le performance aziendali

728
Successful attractive businesswoman using a digital tablet while standing in front of business building. Business people work concept

Team building: aspettative Vs. realtà.

In campo aziendale, non solo nelle grandi multinazionali ma anche nelle piccole e medie aziende italiane, è diffuso sempre più il team building (scopri di più). Il significato letterale di questo termine è “costruzione del gruppo” e, infatti, consiste in una serie di attività organizzate dall’azienda per stimolare l’intesa tra i propri collaboratori.

Sotto la voce “team building” sono organizzati eventi di ogni genere: da meri spettacoli a competizioni sportive, in cui spesso l’obiettivo “team building”, ovvero formare un gruppo di lavoro unito, rimane solo nelle parole dell’agenzia che lo ha venduto

Aziendalmente con il termine “team building” vengono indicate una molteplicità di attività che possono essere schematicamente racchiuse in 3 macro-categorie:

  1. I team building “incentive”, ovvero eventi aziendali la cui finalità è premiare il team senza una specifica finalità di team building. Si indica “senza una specifica finalità di team building” in quanto ogni attività svolta in gruppo aiuta a costruire il team, anche l’andare a mangiare una pizza, tuttavia nelle attività di team building “incentive” per il raggiungimento dell’obiettino non è necessario attivare una relazione con gli altri membri del gruppo. Questi momenti sono più una condivisione di emozioni fra i membri del team e il piacere di stare insieme.
  2. I team building “aggregativi, ovvero quelle attività di team building appositamente strutturate affinché il raggiungimento dell’obiettivo sarà possibile solo attivando una collaborazione attiva fra i membri del team. L’osservazione delle dinamiche è affidata ai partecipanti stessi che dovranno autonomamente capire quali comportamenti favoriscono e quali invece creano ostacolo alle performance del team.
  3. I team building “formativi” invece seguono la struttura dei team building “aggregativi” ma prevedono l’intervento di un professionista esterno al gruppo che osservi i comportamenti e le dinamiche che avvengono durante l’attività esperienziale: aiuta il gruppo, durante debriefing mirati, a contestualizzare gli eventi e riportarli nel quotidiano lavorativo. I professionisti che gestiscono questi debriefing vengono comunemente chiamati “formatori”, definizione dietro cui si nascondo improvvisati coach senza alcuna formazione specifica se non brevi corsi di dubbia qualità o seri professionisti con alle spalle anni di esperienza e specifici studi universitari come psicologia e sociologia: i formatori che accompagnano le attività di team building “formativo” della Made In Team, afferiscono unicamente a questa sfera (psicologi del lavoro, psicologi delle organizzazioni, sociologi).

Quali sono i vantaggi del team building per l’azienda?

Il team building è fondamentale per il mantenimento di un ambiente lavorativo sano, coeso e sereno, all’interno del quale sia più semplice lavorare e, di conseguenza, essere maggiormente produttivi.

Durante un’attività di team building vengono simulate problematiche che i team affrontano in un ambiente controllato, come se ci si trovasse in un simulatore: addestrarsi ad affrontare le difficoltà concrete del mondo del lavoro.

I principali vantaggi delle attività di team building aziendale sono:

  • stimolare la creatività;
  • consolidare le relazioni e lo spirito di squadra;
  • migliorare la comunicazione tra dipendenti;
  • aumentare la fiducia verso i compagni;
  • migliorare la capacità di ascolto e di empatia;
  • far conoscere i valori dell’azienda;
  • migliorare il legame tra dipendenti e superiori;
  • far emergere le attitudini di ogni dipendente;
  • potenziare il rendimento aziendale.

Sfortunatamente capita spesso che le persone affermino di non aver tratto benefici dalle attività di team building, tuttavia entrando più nel dettaglio si scopre che le attività finora svolte erano, nella migliore delle ipotesi di tipo team building “incentive” ma più spesso di puro spettacolo o animazione da villaggio turistico, affidata ad improbabili agenzie senza alcuna specifica esperienza nel campo del team building. Affinché le attività di team building incidano veramente sulle capacità di team working è necessario affidarsi ad agenzie che si occupano specificatamente di questo e non realtà che tutti i giorni si occupano ad esempio di cucina ed improvvisamente vendono “formazione aziendale” tramite interventi di Team Cooking o associazioni sportive che accolgono comunemente famiglie e gruppi di amici e grazie a questo vantano “anni di esperienza” nel team building aziendale.

Team building: esempi

Non esiste una team building experience “standard” in quanto ogni intervento deve essere costruito sulle esigenze dello specifico gruppo, sia dal punto di vista formativo che da quello logistico.

Se vuoi organizzare eventi di team building per la tua azienda, affidati a professionisti come la Made in Team, agenzia specializzata nell’organizzazione di eventi di team building., che dal 2007 mette a disposizione di ogni azienda un’eccellente squadra di professionisti afferenti a diverse aree, quali:

  • la psicologia;
  • la sociologia;
  • l’ingegneria;

ma anche tecnici come

  • team trainer
  • guide alpine,
  • coreografi,
  • esperti di outdoor e sopravvivenza,
  • musicisti,
  • videomaker,
  • produttori

Grazie alla loro esperienza nello specifico campo delle attività esperienziali legate alla formazione aziendale, i tuoi collaboratori potranno vivere un’esperienza di vero team building, grazie a Made In Team