Come usare bene il condizionatore in casa

54

ATTUALITA' – Il risparmio energetico è di fondamentale importanza, specialmente da quando si è diffusa una maggiore sensibilità nei confronti di questa tematica.

Risparmiando energia ed evitando gli sprechi, infatti, non soltanto si evita di pagare bollette molto care, ma allo stesso tempo si dà una mano alla sostenibilità ambientale. Lo stesso discorso vale per i condizionatori, che dovrebbero essere usati sempre senza troppi sprechi. D’altronde un’aria eccessivamente fredda fa male anche alla salute. Tuttavia il comfort abitativo nei mesi troppo caldi è reso proprio dalla climatizzazione dell’abitazione, a cui non si può assolutamente rinunciare. Ma come fare per ridurre gli sprechi dei condizionatori? Serve soltanto mettere a punto alcune regole fondamentali. Ti diamo dei suggerimenti a questo proposito.

Acquista condizionatori di un’adeguata classe energetica

Per limitare i consumi, se per esempio decidi per un’installazione condizionatori a Torino, ti consigliamo di rivolgerti a quelle soluzioni che offrono condizionatori di classe energetica non inferiore alla A. Alcuni non sono convinti di questa scelta, perché constatano che questi apparecchi di classe energetica A sono più cari rispetto agli altri.

In realtà, acquistando un condizionatore di classe energetica A, si fa un vero e proprio investimento. Ciò che spendi di più può essere facilmente e velocemente ammortizzato grazie al calo dei consumi in bolletta.

Un condizionatore di classe energetica A si stima possa comportare una riduzione dei consumi di energia elettrica che corrisponde al 30%.

Colloca il condizionatore in alto

Anche la collocazione del condizionatore è molto importante. Infatti l’apparecchio dovrebbe essere posizionato sempre in alto, sfruttando il principio del fatto che l’aria fredda tende a scendere. Puoi beneficiare di una maggiore climatizzazione degli ambienti domestici e quindi di un maggior comfort abitativo, con la giusta collocazione del condizionatore.

L’efficacia del raffrescamento può essere di più se la posizione è corretta. Non dovresti mai posizionare il condizionatore dietro a dei mobili, perché altrimenti l’aria fresca non ha la possibilità di diffondersi nell’ambiente.

Controlla i filtri dell’impianto

Fondamentale è anche la buona manutenzione del condizionatore, perché obbedisca con efficacia alla sua funzione. Ecco perché ti consigliamo di controllare i filtri dell’impianto almeno una volta l’anno. Se sono sporchi è bene pulirli, per evitare che si diffondano nell’aria particelle di muffe e batteri.

Fai attenzione alle dispersioni dell’aria

Un’altra strategia per evitare sprechi di energia consiste nel fare attenzione alle dispersioni di aria fresca. Per esempio sarebbe utile a questo proposito stare attenti al fatto che non ci siano nella stanza da raffreddare degli spifferi che possono rendere inutile il lavoro del condizionatore o comunque meno efficiente.

Ti consigliamo, sempre per raggiungere questo obiettivo e quindi per impiegare meno energia, di tenere tapparelle e persiane abbassate durante le ore della giornata in cui la temperatura è più alta.

Non accendere il condizionatore in tutte le stanze

Solitamente, per evitare gli sprechi di energia, si dovrebbe evitare di accendere il condizionatore in tutte le stanze o almeno evitare di accenderlo nelle stanze in cui non si passa la maggior parte del tempo.

Durante le ore notturne, poi, è opportuno limitare il tempo di accensione ed eventualmente utilizzare la funzione notte.

Non creare sbalzi di temperatura

In ogni caso cerca sempre di non esagerare con temperature troppo fredde. Da questo punto di vista sarebbe bene, anche per preservare la salute, evitare sbalzi termici eccessivi. Cerca sempre di regolare la temperatura del condizionatore, badando alla regola generale, secondo la quale la differenza di temperatura tra l’esterno e l’interno delle abitazioni non deve superare mai i 6 gradi.

Se vuoi puoi anche installare un ventilatore da soffitto con pale, per usare alternativamente sia il condizionatore che il ventilatore, evitando di raffreddare in maniera eccessiva l’aria di casa.