Covid – Nelle Marche 451 positivi nelle ultime 24 ore

Tutti negativi i tamponi su utenti e operatori dei cinque centri diurni per disabili gestiti dall'Asp Ambito 9 in Vallesina

253

Sono 451 i positivi al covid rilevati nelle ultime 24ore nelle Marche: il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che sono stati testati 4.139 tamponi, di cui 2.765 nel percorso nuove diagnosi (compresi 973 nello screening con percorso Antigenico) e 1.374 nel percorso guariti. Dai 973 test antigenici sono stati riscontrati 23 casi positivi, da sottoporre al tampone molecolare.

Dei 541 positivi, 98 sono in provincia di Pesaro Urbino, 87 in quella di Macerata, 68 in quella di Fermo e 13 da fuori regione.

Questi casi comprendono soggetti sintomatici (67), contatti in setting domestico (96), contatti stretti di casi positivi (136), contatti in setting lavorativo (19), contatti in ambienti di vita/socialità (11), contatti in setting assistenziale (5), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (18), screening percorso sanitario (7) e 1 rientro dall’estero. Per altri 91 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche.

Tutti negativi in centri diurni disabili Asp Ambito 9 – Tutti negativi i tamponi su utenti e operatori dei cinque centri diurni per disabili gestiti dall’Asp Ambito 9 in Vallesina. Lo fa sapere in una nota stampa la stessa organizzazione di ambito sanitario.

Si tratta delle due strutture di Jesi e di quelle di Filottrano, Staffolo e Cingoli che ospitano 58 persone, seguite da 38 assistenti.

“Prosegue con la massima cura e il rigoroso rispetto dei protocolli – si legge – l’attività a servizio di una particolare tipologia di utenti che in questa lunga fase della pandemia ha avvertito forse più di altri la difficoltà a quel costante contatto quotidiano che permette legami e condivisione con il personale dei servizi sociali che presta la propria opera nei centri”.

“L’esito dei tamponi nei centri diurni – fa sapere il presidente dell’Asp Ambito 9, Matteo Marasca – è un altro importante segnale che si aggiunge, a quello appena ricevuto, della negatività anche di tutti gli operatori a servizio della casa di riposo di Jesi. Ringrazio coloro che stanno contribuendo a garantire servizi fondamentali per i soggetti più fragili mantenendo alta l’attenzione affinché non si creino focolai”.