Eletta la segreteria CGIL di Macerata

170

MACERATA – Con 34 voti a favore, 5 astenuti, 1 contrario ed una scheda bianca, su proposta del Segretario Generale Daniel Taddei, il Direttivo Provinciale ha eletto Daniele Principi e Barbara Meo nella Segreteria della CGIL di Macerata.

Daniele Principi, 27 anni, è uno tra i più giovani componenti di segreteria provinciale CGIL d'Italia; laureato presso la facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Macerata è tra i fondatori del sindacato studentesco "Officina Universitaria" e ha preso parte alla stagione di lotta contro la riforma Gelmini con il movimento "Onda Anomala". E' da sempre impegnato nel sociale e ha iniziato a collaborare con la CGIL di Macerata nel 2009, prima impegnato nell'Ufficio Contratti e Vertenze poi nell'artigianato ed infine nella FILCTEM (Industria Calzature-Tessile-Chimica-Energia), la categoria più grande della provincia tra i lavoratori attivi.

Barbara Meo, 48 anni, attuale Direttrice del Patronato INCA, dopo varie esperienze lavorative inizia nel 1990 la sua collaborazione come volontaria nella CGIL di Macerata. E' stata fino 2005 Formatrice Nazionale Inca ed è componente del Gruppo Nazionale Previdenza. Ha maturato specifiche competenze nella previdenza privata, pubblica ed complementare, sviluppando particolari capacità nelle materie riguardanti i danni da lavoro.

"Con questo atto si compie un ulteriore passo verso il processo di rinnovamento ed integrazione iniziato con la discussione congressuale, non è un semplice rinnovo delle cariche ma si inserisce in un progetto complessivo volto a rendere più presente, efficace ed incisiva l'azione della CGIL",ha dichiarato Daniel Taddei al termine del Direttivo.

"Credo nell'importanza dell'impegno dei Servizi nella dirigenza della CGIL – ha commentato l'elezione Barbara Meo – , in quanto espressione dei bisogni individuali e quotidiani dei lavoratori in particolare e dei cittadini in generale. L'obiettivo è quello di trasformare l'insieme di richieste di tutela individuale: pensioni, disoccupazioni, malattie professionali e infortuni, in azioni più incisive di tutela collettiva".

  "Il mondo del lavoro e la società che cambiano ci impongono di aggiornare le modalità della nostra azione quotidiana, alla lotta per i diritti dei lavoratori va affiancata un'azione per i disoccupati, i precari e le partite IVA individuali – ha affermato Daniele Principi –  L'impegno che porterò avanti è soprattutto nei confronti dei giovani che devono trovare, in una CGIL più aperta ed inclusiva, risposte convincenti in una situazione generazionale drammatica."

Alla nuova segreteria vanno gli auguri del Segretario Regionale Roberto Ghiselli, che ha concluso i lavori del Direttivo.