Epilatore a luce pulsata: tutto quello che ancora non sai

44

SALUTE E BENESSERE – Con l’arrivo della bella stagione normale preoccuparsi di più di come eliminare i peli superflui di gambe, braccia, ascelle, zona bikini, etc.

 

Esistono moltissimi modi per farlo ma tra i migliori sicuramente c’è l’epilazione a luce pulsata. Prima di capire come funziona e su quali zone si può intervenire, meglio fare un approfondimento su come crescono i peli superflui.

Come crescono i peli superflui

Prima di iniziare a capire quali sono i metodi migliori per estirpare i peli superflui, vale la pena soffermarsi un attimo su come crescono. Il pelo è prodotto dal bulbo sottopelle che continua a produrre ininterrottamente. In generale, metodi come la rasatura tagliano la parte del pelo che fuoriesce. Lo stesso fanno le creme depilatorie.

Quando si parla di depilazione con la ceretta, invece, si fa riferimento a sistema che estirpare il pelo alla radice ma lascia comunque intatto il bulbo pilifero. Con la rasatura il pelo continua a crescere già il giorno dopo mentre con la depilazione le gambe restano lisce per circa due settimane ma poi il problema si ripresenta.

Come funziona un epilatore a luce pulsata

Un epilatore a luce pulsata invece agisce direttamente sul bulbo pilifero che produce il pelo. Per avere una pelle liscia ci vuole un epilatore luce pulsata Imetec che sfrutta il fascio luminoso per indebolire il bulbo pilifero. La luce pulsata riesce a indebolire progressivamente nel tempo il bulbo pilifero riducendo lo spessore del pelo superfluo fino a farlo scomparire. In pratica, si tratta dell’unico sistema esistente permanente che elimina una volta per tutte i peli superflui senza doversi preoccupare dell’epilazione costantemente.

È sufficiente ripetere il trattamento più volte nel tempo per indebolire e bloccare l’attività del bulbo pilifero. I risultati migliori pare di ottengano sui peli scuri perciò è perfetto per tutte quelle ragazze donne che hanno molto evidenti e anche spessi senza dover più penare per avere una pelle perfetta. L’ideale sarebbe intervenire sui peli prima dell’esposizione al sole dopo aver rasato la zona interessata. Bisogna comunque ricordare che per l’epilazione a luce pulsata occorre più tempo rispetto soprattutto al rasoio. Lo strumento passato su ogni centimetro della pelle e lasciato agire per un paio di secondi quindi meglio organizzarsi e prendersi del tempo per l’intera operazione. Il bello dell’epilatore è l’assenza di taglia, punti rossi, abrasioni, scottature, irritazioni etc.

Le zone da trattare con l’epilatore

Le zone che possono essere trattate con l’epilatore a luce pulsata sono pressoché tutte. Si inizia ovviamente dalle gambe: dalle caviglie fino alle cosce per avere finalmente una pelle liscia che permette di indossare gonne, abiti e pantaloncini corti.

Un epilatore spesso ha anche una testina che permette di intervenire anche sulle altre zone del corpo più delicate. Chi desidera uno strumento per intervenire anche su zone del corpo come l’inguine, il viso e le ascelle può sempre utilizzare l’epilatore a luce pulsata. È sufficiente regolare l’intensità del fascio luminoso per smettere di preoccuparsi della depilazione una volta per tutte.