In giro senza assicurazione, sequestrate undici auto

243

RECANATI – In dieci giorni la Polizia Locale di Recanati  ha sequestrato 11 auto che circolavano senza  copertura assicurativa, tre in una sola mattinata.

Non solo. Grazie all'intensificazione dei controlli, i vigili hanno provveduto ad 1 fermo amministrativo per 90 giorni per un veicolo che circolava nonostante fosse stato sospeso dalla circolazione per mancata revisione da precedente controllo del 13 settembre sempre dal Comando di Recanati. Il conducente ha continuato a circolare senza aver fatto la revisione. Per lui sanzione di € 1959 e se pagata entro 5 giorni 1371,30 €.

Fermo amministrativo per 60 giorni per un ciclomotore che circolava su una sola ruota in P.le del Concilio nella zona di Villa Teresa. L'intervento è avvenuto anche a seguito delle lamentele degli avventori del parco circa il disturbo dei ciclomotori. E' stato inoltre sanzionato un cittadino recanatese perché circolava con la patente scaduta di validità da ottobre 2016. Il giorno dopo infischiandosene del provvedimento, è stato sorpreso nuovamente a circolare a bordo della sua auto che ora gli è stata confiscata.

Infine è stata controllata e sanzionata una ragazza straniera che nonostante la residenza a Recanati dal 2014, circolava senza mai aver convertito la patente di guida rilasciata dalle autorità polacche. Il documento è stato ritirato ed inviato alla Prefettura di Macerata per la restituzione alle autorità della Polonia.

Un lavoro di particolare rilevanza quello svolto negli ultimi giorni dagli operatori che seguono l'attività esterna sotto la guida del neo Comandante Danilo Doria, con l'obiettivo di punire chi non rispetta la legge. Un impegno specifico che si aggiunge ai quotidiani servizi per la viabilità, per le scuole, per i mercati settimanali e per i pattugliamenti in centro e in periferia, non perdendo mai di vista la tutela della legalità a favore della cittadinanza che nella stragrande maggioranza è corretta e rispetta le regole. Le pratiche recentemente avviate non hanno avuto ricorsi vista la chiarezza delle infrazioni e che non lasciano margine di dubbi sull'applicazione. Si ricorda che chi non rispetta le regole del Codice della strada rischia nei casi più gravi sequestro, confisca e fermo amministrativo del mezzo, il ritiro o la sospensione della patente di guida.