Individuate due feste abusive, 54 multe e 15 patenti ritirate: i dati della Prefettura sul Ferragosto

453

“La giornata e, soprattutto, la serata di Ferragosto hanno visto un ingente spiegamento di uomini e mezzi da parte delle Forze di Polizia che, dando attuazione agli indirizzi definiti nel corso di apposite riunioni del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica tenute nei giorni scorsi, hanno eseguito numerosi servizi di pattugliamento e controllo del territorio in tutta la provincia, anche al fine di verificare il rispetto delle misure di contenimento della pandemia e l’utilizzo del green pass”. A riferirlo in una nota riepilogativa del dispositivo ferragostano è stato il prefetto di Macerata Flavio Ferdani.

Lo scorso fine settimana ha visto impiegato personale della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Capitaneria di Porto, con la mobilitazione di risorse straordinarie e di rinforzo del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Ancona, delle specialità della Polizia Stradale e del Nucleo Cinofili, dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Civitanova Marche e dei Carabinieri Forestali.

Complessivamente sono state sottoposte a controllo oltre 650 persone, 435 veicoli, una moto d’acqua e 32 esercizi commerciali. Sono state 54 le sanzioni elevate per violazioni amministrative, mentre 6 persone sono state denunciate per guida in stato di ebbrezza, con il ritiro anche di 15 patenti di guida.

Il monitoraggio sugli eventi organizzati ha consentito di individuare due feste, una nella notte di sabato a Montefano, per la quale la Squadra Mobile ha proceduto alla denuncia degli organizzatori per l’apertura abusiva di un vero e proprio luogo di pubblico spettacolo e intrattenimento, e una la notte della domenica, in zona montana, sulla quale sono in corso accertamenti.

I controlli via mare hanno anche riguardato il corretto posizionamento delle boe di delimitazione della zona di acque sicure, mentre l’attività anti contraffazione ha portato al sequestro di ingenti quantitativi di oggetti irregolari o pericolosi (complessivamente 2700 articoli), con conseguente segnalazione dei responsabili all’Autorità Giudiziaria.

Sul fronte incendi, per il quale rimane alta l’attenzione, la giornata del 15 è stata tranquilla, mentre il giorno precedente ci sono stati ben 5 principi di incendio in varie località dell’entroterra, per un totale di 11.120 mq di superficie bruciata (di cui 7.900 di bosco).

“Lo sforzo operativo compiuto per l’attività di vigilanza e controllo” – ha sottolineato il Prefetto – “per il quale ringrazio tutte le componenti statali del comparto sicurezza, ha contribuito in modo determinante allo svolgimento di un Ferragosto più tranquillo e sicuro, in piena sinergia e coordinamento con l’azione portata avanti dai Sindaci e dalle Polizie Locali”. 

“Le poche violazioni riscontrate confermano il senso di responsabilità della popolazione soprattutto per quanto riguarda il rispetto delle misure anti-Covid, per le quali tuttavia va sempre mantenuto un elevato livello di attenzione e di precauzione” ha concluso il prefetto Flavio Ferdani.