La B-Chem promuove l’uso del Video Check nella Del Monte Coppa Italia

64

VOLLEY – Il tecnico biancazzurro Gianluca Graziosi è favorevole all’uso del Video Check alla Fase Finale della Del Monte Coppa Italia Serie A2.

L’allenatore della B-Chem Potenza Picena ha accolto con entusiasmo la novità del Grande Fratello elettronico, già usato in Superlega, per tenere sotto stretta osservazione i palloni Mikasa durante le fasi di gioco della Final Four sul campo tricolore del PalaTricalle di Chieti, ma avrebbe preferito utilizzarlo prima in regular season. Lo spettacolare sistema di instant replay ideato dalla Lega Pallavolo Serie A sarà protagonista nelle due semifinali in programma sabato 7 febbraio (ore 16.00 Sieco Service Ortona – Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia; ore 18.30 Caffè Aiello Corigliano – B-Chem Potenza Picena) e nella finalissima di domenica 8 febbraio alle ore 17.00 con diretta televisiva su Rai Sport 1. Non solo i palloni a terra saranno oggetto dei controlli delle telecamere del Video Check, ma anche le invasioni a rete potranno essere “valutate” dagli arbitri, su richiesta degli allenatori. Inoltre, a Chieti verrà sperimentata un’evoluzione del sistema ad alta velocità per scovare i tocchi a muro. Camere ad altissima definizione sveleranno eventuali contatti tra le dita dei giocatori e il pallone anche in caso di attacchi potenti e veloci. Un test rilevante per una tecnologia che in futuro potrebbe sgravare l’arduo compito dei direttori di gara. Tra le iniziative accattivanti per i tifosi spiccano inoltre due megaschermi posizionati all’interno del palazzetto abruzzese per regalare emozioni e sorprese agli appassionati, come i selfie scattati dai sostenitori e le già citate immagini zoomate del Video Check. Gianluca Graziosi (Volley Potentino, tecnico): «Penso sia un passo in avanti adottare il dispositivo del Video Check. Sono un allenatore e non posso che essere favorevole a un sistema elettronico in grado di aiutare gli arbitri, dare una mano alle squadre in campo e fugare possibili dubbi su palloni difficili da valutare. In Superlega si è confermato utilissimo per scongiurare le polemiche. L’unico rammarico personale è che avrei preferito testarlo prima nel torneo cadetto piuttosto che rompere il ghiaccio in un evento per noi così importante come la Final Four di Coppa Italia. Giusto per abituarmi all’idea e sfruttare al meglio le chiamate a disposizione durante la gara. Di sicuro il Video Check aumenterà lo spettacolo e l’interesse dei sostenitori».