Lavorare nei musei e biblioteche a Roma

267

Vuoi lavorare nei musei e biblioteche a Roma? Fino al 31 gennaio 2023 sarà possibile presentare domanda agli ultimi concorsi disponibili per queste due realtà. Ma, nel corso del prossimo anno vi saranno nuove possibilità da prendere al volo, sempre per lavorare nei musei e nelle biblioteche a Roma. Se desideri lavorare nei musei o biblioteche della città ma non hai ancora il diploma ti consigliamo il servizio di recupero anni scolastici di Roma. Intanto però, scopriamo quali sono i requisiti richiesti per lavorare in questi luoghi di Roma dedicati alla cultura, partendo dall’ultimo bando pubblicato, e come fare per iniziare questo percorso che ti condurrà al lavoro dei tuoi sogni.

I concorsi 2023 per i musei e le biblioteche a Roma

Entro il 31 gennaio 2023 è possibile presentare domanda per partecipare al concorso per i musei e le biblioteche a Roma. Questo concorso è stato pubblicato lo scorso 19 dicembre e dà la possibilità di assumere 77 unità con contratto a tempo indeterminato. Nello specifico, saranno assunti 66 assistenti di sala museale e 10 addetti a supporto dell’attività di assistenza al pubblico. Queste due tipologie di figure si occuperanno, in particolare, di vigilare e custodire i beni del museo (nel primo caso) oppure di supportare le attività di front office relative a questi luoghi della cultura. Per partecipare al concorso per i musei e biblioteche a Roma bisogna essere in possesso di requisiti generali tipo godimento dei diritti politici, avere la maggiore età, la cittadinanza italiana e conoscenza almeno della lingua italiana. Ovviamente, a seconda del profilo scelto è necessario avere un determinato titolo di studio, mai inferiore al diploma di scuola media superiore o a quello di una scuola professionale. Per partecipare a questo concorso bisogna sostenere una prova scritta, un colloquio orale e la valutazione, poi, dei titoli. A seconda del profilo scelto vi sono delle specifiche procedure di selezione da affrontare. Questo concorso scade il 31 gennaio 2023 ed è possibile candidarsi dalla pagina società pubblica che ha indetto questo concorso, ovvero Zètema Progetto Cultura s.r.l. di Roma.

Altre possibilità per lavorare nei musei e nelle biblioteche di Roma

Oltre al concorso già indetto per gennaio 2023 per lavorare nei musei e nelle biblioteche a Roma, è anche possibile pensare che nel corso del prossimo anno vi saranno nuove possibilità per coloro che sognano di lavorare in questo settore. Ciò che è certo, è che qualunque concorso previsto per questo ambito richiede di aver conseguito almeno il diploma. Chi sogna di lavorare in questo settore, quindi, deve almeno mettersi in regola con lo studio recuperando gli anni scolastici che ha perso. Tra i requisiti, resteranno quelli previsti per tutti i bandi. Il vademecum per le prossime selezioni sarà pubblicato da qui ai prossimi mesi.

I profili più ricercati nelle biblioteche e nei musei di Roma

Come emerge già dal bando per il concorso indetto fino al 31 gennaio 2023, nei musei e nelle biblioteche si ha bisogno di figure di vario tipo. Innanzitutto, per le attività di front office, così come quelle museali vere e proprie, servono persone specializzate. Inoltre, sempre più spesso vengono richiesti, per questi ambiti, assistenti alle sale museali, nonché esperti in cultura che potranno dare il loro contributo in queste strutture. Ogni bando che viene pubblicato per lavorare nei musei di Roma e nelle biblioteche, chiaramente avrà tutti i dettagli specificati circa quelle che sono i ruoli da svolgere messi a concorso. Per capire se questo ruolo è adatto alle tue competenze, bisognerà leggere il bando nel dettaglio e valutare se effettivamente sei in grado e hai tutte le carte in regola per partecipare al concorso pubblico per lavorare in queste strutture. Ricorda: vi sarà sempre bisogno di un concorso pubblico, in quanto si tratta di una procedura garantita dalla Costituzione per chi vuole intraprendere questo percorso.