Quando è consigliato utilizzare un drenante?

143

La funzione dei drenanti

Il nostro organismo funziona in maniera meravigliosa. La sua capacità di auto-sostenersi e depurarsi è stupefacente.

Tra gli organi principalmente preposti alla depurazione troviamo il fegato ed i reni. Anche il sistema linfatico ricopre il ruolo di aiutarci ad eliminare le tossine e le sostanze di scarto, così come l’acqua in eccesso.

In alcune circostanze può essere necessario aiutare il nostro organismo a depurarsi e ad eliminare i liquidi in eccesso, e per farlo si può ricorrere ai drenanti.

Come funzionano esattamente questi prodotti?

Come funzionano? 

Dobbiamo sapere che il sistema linfatico non fa circolare i liquidi al suo interno attraverso come avviene in quello circolatorio, e cioè attraverso il cuore. I liquidi vengono spinti all’interno dei suoi vasi grazie alla contrazione dei muscoli.

Ne consegue che uno stato di inattività e di sedentarietà possono portare alla stagnazione dei liquidi in eccesso nelle cavità. Le conseguenze sono caviglie ed altre articolazioni particolarmente gonfie.

I drenanti si suddividono essenzialmente in due categorie: quelli ad uso esterno e ad uso interno.

I drenanti ad uso esterno sono delle creme che vanno applicate sulla pelle e che hanno lo scopo di attivare il micro-circolo del sistema linfatico. L’applicazione di queste creme avviene con un massaggio linfo-drenante che segue dei movimenti specifici atti a risvegliare il sistema linfatico e a convogliare i liquidi nella giusta direzione per essere espulsi.

Gli integratori drenanti naturali per uso interno sono invece disponibili sotto forma di sciroppi da diluire in una bottiglia d’acqua o di pillole.

Si rivelano ancora più efficaci rispetto a quelli ad uso esterno perché vanno ad agire direttamente sul sistema linfatico, sui reni e sul fegato.

I drenanti ad uso interno possono svolgere diverse funzioni. Alcuni di essi sono i diuretici, che stimolano i reni a lavorare meglio e di conseguenza assicurano l’eliminazione dell’acqua in eccesso.

Altri drenanti sono preposti all’attivazione del micro-circolo, migliorando in generale la circolazione dei liquidi corporei, contrastando la stagnazione ed il conseguente gonfiore.

Ora che abbiamo una visione più chiara sul funzionamento dei drenanti, andiamo a vedere in quali casi si rivela utile assumerli.

Quando assumerli

Le situazioni in cui possiamo trarre vantaggio dalla loro assunzione sono diverse. Chi vuole combattere gli inestetismi della odiosissima cellulite può ottenere dei risultati visibili in poco tempo, visto che la cellulite e la cosiddetta pelle “a buccia di arancia” sono generati proprio dalla ritenzione idrica.

Chiunque voglia seguire una procedura disintossicante può fare affidamento su questa tipologia di prodotti, così come anche chi vuole perdere peso più velocemente. La perdita di peso, naturalmente avviene a livello di liquidi, ma è una buona spinta a livello psicologico vedere che dopo solo pochi giorni si è riusciti a perdere qualche kg.

In ultimo possiamo dire che i drenanti sono particolarmente utili per chi soffre per via delle gambe gonfie, problema che si presenta con maggiore frequenza soprattutto nel periodo estivo.