Soffitto basso? Ecco 10 idee per illuminarlo al meglio

86

ATTUALITA'- Negli ultimi anni, sempre più persone stanno affrontando il problema di vivere in appartamenti dai soffitti bassi.

 Sono via via più rari e dispendiosi gli alloggi di un tempo ampissimi e con volte di 3 metri. Oggi, al contrario, stanno spopolando i micro-appartamenti, le mansarde e perfino le taverne.
Per questo crescono le richieste di idee e arredamenti adatti a strutture che appaiono un po’ compresse e claustrofobiche. Di certo, si incontrano oggettive difficoltà nell’ammobiliare e, soprattutto, nell’illuminare stanze con soffitti bassi perché sembra di togliere spazio e aria all’ambiente. Tuttavia, con la giusta avvedutezza, un po’ di furbizia e qualche prezioso consiglio, si otterranno risultati che andranno oltre le aspettative.
Il punto di partenza è sicuramente quello di individuare metodi intelligenti ed efficaci di illuminazione, dal momento che sarà il corretto uso di questa a fornire la base di avvio confacente al tipo di locale che si ha a disposizione.
Sono riportate qui di seguito alcune delle migliori idee per illuminare i soffitti bassi, le regole d’oro per gestirli perfettamente.

Cosa evitare per illuminare soffitti bassi

In primo luogo, di sicuro vanno evitate le lampade da soffitto negli appartamenti con soffitti inferiori ai 3 metri. Abbandonare i lampadari a sospensione è una rinuncia necessaria, poiché abbasserebbero ulteriormente gli spazi e la stanza resterebbe comunque buia. Ma non c’è da perdersi d’animo, per fortuna ci sono moltissime soluzioni alternative conformi a ogni stile e gusto.

I colori da scegliere: chiari e di contrasto

Può sembrare banale ma i colori chiari schiariscono l’ambiente e quindi favoriscono il diffondersi della luce. Il bianco e le tinte più tenui creano già da soli l’effetto di uno spazio maggiormente arioso e luminoso. Ma d’altra parte, se per il plafone si consiglia sempre il bianco puro o una nuance similissima, per le pareti si possono scegliere cromie leggermente più scure. Il contrasto aiuterà a sfinare e la percezione sarà quella di un ambiente discretamente più alto, oltre che molto luminoso. È raccomandabile usare le stesse accortezze anche nella scelta dei mobili.

Arredamento luminoso: alcuni espedienti vincenti

Sarà opportuno organizzare un arredamento che segua delle linee orizzontali, atte a dilatare e ingrandire i locali che sembreranno anche più luminosi. Si può anche pensare di introdurre degli elementi strategici come tende a tutta altezza per slanciare e specchi e quadri appesi in alto, più in alto del normale, così da allungare visivamente la parete e alzare il soffitto senza sottrarre luce.
· Mobili
Accanto a questi trucchi di arredamento, è vivamente suggerito optare per dei mobili piuttosto minimali, così da favorire il passaggio e la diffusione della luce, che non sarà intralciata nel suo espandersi. Ad esempio, per il soggiorno sono ideali i tavolini bassi. Inoltre, è bene prediligere forme pulite e squadrate. In questo modo, risulterà tutto più ordinato e luminoso.
Ma passiamo ora alle vere soluzioni di illuminazione. Come detto poco fa, è necessario dimenticarsi dei lampadari a sospensione e lasciare il posto a sistemi più performanti e freschi.
· Faretti in gesso
I faretti in gesso sono amici dei soffitti bassi. Moderni ed esteticamente impeccabili, alleggeriscono gli ambienti e illuminano da fare invidia. Solitamente si rivolgono verso l’alto cosicché la luce rifletta sul soffitto e poi ricada uniformemente su tutto lo spazio sottostante. Con i faretti sarà semplice evitare che si creino angoli bui o difformità e l’effetto finale è in ogni caso personalizzabile.
· Piantane da terra
Le piantane da terra sono un’alternativa originale da prendere in considerazione. Praticamente impossibile non trovarne una che soddisfi i propri gusti, la lampada da terra, oltre ad essere un’ottima soluzione di illuminazione a livello pratico, è anche una scelta di stile, si adatta alla forma e alla tendenza di ogni locale e può diventare un notevole pezzo di arredamento.
Le piantane sono eccellenti anche per quanto riguarda la resa, provvedono a un’illuminazione efficace e omogenea.
· Lampade da parete
Eleganti e d’atmosfera, fungono spesso da illuminazione di supporto a quella principale. Tuttavia, se si ha a disposizione uno spazio piccolo, si può optare per una lampada da parete più grande come unica fonte di luce. Come le piantane, proiettano la luce verso l’alto, donando un bellissimo effetto mai fastidioso. Sono particolarmente indicate perché sfruttano lo spazio laterale e sono dotate di intensità regolabile e contribuiscono a decorare.
· Strisce da parete, da incasso o da pavimento
I led sono un trend degli ultimi anni ed è impossibile rimpiangere la scelta. Sono raccomandati, nelle loro svariate forme, per i diversi locali dell’abitazione. Perfetti sia per la camera da letto che per il soggiorno, sono anche incredibilmente d’effetto se usati a striscia da parete lungo il corridoio o addirittura lungo il pavimento. Si ottiene un risultato molto ricercato e chic. I led sono oltretutto una trovata sostenibile e poco invadente, dei salva-vita se si ha a disposizione poco spazio.
· Lampade da tavolo
Nonostante l’impronta di eleganza, le lampade da tavolo possono essere giudicate di difficile utilizzo. Ma superato questo scoglio mentale, saranno delle ottime alleate per l’illuminazione degli ambienti dai soffitti bassi. Particolarmente versatili, possono essere sfruttate sia nella zona giorno sia nella zona notte. Creano un clima confortevole grazie alla luce calda che emanano e rendendo subito l’aria rilassata e serena.
Inoltre, non si avranno problemi a integrarle con il look della stanza, poiché sono fruibili in moltissime tipologie, da quelle più classiche a quelle che si sposano con un genere moderno, industriale o etnico.
Insomma, gli spunti per gestire al meglio l’illuminazione dei soffitti bassi sono svariati, piccoli accorgimenti che fanno la differenza.
Seguire queste linee guida è semplice e aiuta ad indirizzarsi senza fatica verso le migliori alternative.