Vendere un’auto incidentata: gli step per farlo

68

ECONOMIA – Vendere una vettura incidentata, reduce da un sinistro e non più funzionante, oggi è possibile.

 Esistono in rete diversi servizi che sono nati con queste finalità: si parla proprio di compro auto incidentate, un concetto già abbastanza esplicativo della natura del servizio. 

Spesso ci si ritrova tra le mani vetture che non hanno più alcun valore in quanto non più funzionanti e si finisce con il procedere con la rottamazione: in realtà questi servizi offrono ancora la possibilità di guadagnare qualcosa. Certo non c’è da attendersi cifre da capogiro, tantomeno si parla di un servizio esente da rischi. Vediamo allora come fare e quali sono gli step, tenendo presente che realtà di questo genere sono presenti in tutta Italia: anche nelle Marche, con servizi di compro auto incidentate ad Ancona.
Cercare in rete l’intermediario giusto: sul web sono presenti tanti servizi di compro auto incidentate. Non tutti offrono le medesime garanzie: assicurarsi sulla affidabilità del soggetto scelto è il primo step. Prediligere realtà possibilmente italiane, con sede sul territorio, con sito internet e contatti bene in vista. Evitare chi si improvvisa.
Richiedere una quotazione gratuita: sapere quanto vale la propria auto incidentate e quanto l’intermediario è disposto a pagare è un diritto del proprietario. E non deve avere alcun costo. La maggior parte dei compro auto incidentate propone gratuitamente la valutazione. È fondamentale poi farsi specificare se la quotazione può subire ribassi al momento della verifica di persona (la valutazione in un primo momento avviene per mail, inserendo tutti i dati e foto della macchina) da parte dei tecnici della azienda. 
Chiedere informazioni sulla metodologia di pagamento: altro elemento delicato, il sistema di pagamento. Da ricordare che in Italia esistono leggi apposite in materia di limitazione all’uso del contante. Prediligere possibilmente metodi tracciabili e sicuri, come assegni circolari o bonifici (anche se questi ultimi ci mettono 24/48 ore ad essere accreditati).
Richiedere garanzie e supporto per le pratiche burocratiche: attenzione alle pratiche burocratiche, che devono essere espletate al meglio onde evitare brutte sorprese. Il passaggio di proprietà o radiazione del veicolo dovrà essere eseguito in modo corretto (magari facendosi accompagnare all’Aci locale, in questo caso ad Ancona), il proprietario non dovrà avere più nulla a che fare con la macchina una volta firmate le pratiche. 
Seguendo questo vademecum è possibile rivolgersi a servizi di compro auto incidentate con la speranza di vendere in sicurezza andando a monetizzare da una vettura che sul mercato ordinario non avrebbe più alcun valore.