Volley, la Sacrata si arrende in terra umbra

VOLLEY –  La Sacrata rientra clamorosamente a mani vuote dalla trasferta di Perugia dove, le ragazze di coach Paniconi, non sono riuscite a reagire alle difficoltà cedendo in quattro set, il match e la piena posta in palio alle padrone di casa della 3M Pucciuffucio Perugia.

Ad eccezione del terzo set vinto ed il bagliore a sprazzi di Pomili (19 punti) la Sacrata non è mai parsa realmente in partita. Pesano i 15 errori in ricezione (43%) e gli undici ace subiti. La poca lucidità delle ragazze guidate da coach Paniconi, non ha permesso di trarre vantaggio dall’imprecisione offensiva delle perugine con 18 errori d’attacco. Uno stop che allontana le già difficili speranze playoff delle civitanovesi. Il distacco dal terzo posto resta invariato, ma una gara in meno fondamentale che avrebbe permesso di accorciare il gap ed aprire molte più chance per accedere alla post season.

LA PARTITA

Coach Paniconi si affida al proprio sestetto inziale con Patrassi-Rogani a formare la diagonale palleggiatrice-opposto, in banda Pomili e Migliorelli, centrali Testella e Zanon, Morgoni libero.

L’inizio sprint della Sacrata lascia presagire un match in discesa per le civitanovesi che, grazie ad un’ispirata Pomili, si ritrovano avanti al primo time out tecnico 5-8. Al rientro, le rinvigorite umbre trovano un break di 4 punti che costringe la Sacrata a rifugiarsi in un disperato time out per fermare l’emorragia, ma al rientro due errori di Migliorelli (5 errori d’attacco) e l’ace di Bertinelli ribaltano il punteggio sul 15-10. Implacabile la Pucciufficio che, sul 17-14, incanala una striscia di sette punti (24-14). Chiude il set un attacco di Castellucci sul 25-15.

Il secondo parziale prosegue sulla falsa riga del primo. Perugia comanda e la Sacrata che non riesce ad impostare il proprio gioco. Sull’ennesimo errore di Migliorelli (8-3), coach Paniconi le preferisce la giovanissima Bianchella, classe 98’, grazie al suo 83%, migliora leggermente la fase di ricezione e l’attacco delle civitanovesi ne risente positivamente. Sebbene la doppia rimonta con Pomili prima (14-14) e Bianchella poi (23-23), un potentissimo ace di Testasecca spiana la strada a Castellucci di portare a casa anche il secondo set 25-23.

Nonostante il doppio svantaggio, la Sacrata reagisce nel terzo set prendendo il largo sin dalle prime battute. Una fast di Testella sancisce il 10-13 ospite, condito dal punto del 14-19 di Bianchella. Le civitanovesi non si lasciano sfuggire l’occasione e portano a casa il terzo set riaprendo il match.

Due ace consecutivi di Barneschi (8-6) danno vigore alle perugine che prendono fiducia dai nove metri anche con Testasecca (10-7) e Rossit (15-11). Serata da incubo per la Sacrata in fase di ricezione. Ne risentono molto le sorti del match che si sbilanciano nettamente a favore delle padrone di casa che continuano ad incrementare il gap sino al 23-14. Con Mastri al servizio, la Sacrata ritrova vigore, ma ormai è troppo tardi. L’ennesimo errore in fase d’attacco di Migliorelli, sancisce la definitiva sconfitta della Sacrata in terra umbra 25-20.

Il Tabellino

3M Pucciufficio Perugia: Bertinelli 2, Piccari n.e., Annaro n.e., Barneschi 18, Castellucci 17, Bigini 8, Testasecca 11, Ciaglia n.e., Rossit 14, Gradassi n.e., Fiorucci n.e., Pero n.e., Mastroforti L. All. Brighigna

Sacrata Civitanova: Patrassi 2, Migliorelli 2, Forti, Mastri, Zanon 6, Testella 10, Pomili 19, Rogani 9, Bianchella 5, Prontera n.e. All. Paniconi.

PARZIALI: 25-15 (22’), 25-23 (35’), 20-25 (25’), 25-20 (26’)

ARBITRI: Cocchi-Giannino

NOTE

3M Pucciufficio Perugia: bs 10, ace 11, muri 5, errori 18, ricezione 38% (14% prf), attacco 37%. Sacrata: bs 11, ace 2, muri 5, errori 11, ricezione 43% (22%), attacco 36%.

 

Impostazioni privacy