Arredamento su misura: vantaggi e differenze con arredamento in stock

166

ATTUALITA' – Arredare su misura un ambiente significa mettere da parte l'arredamento in serie, spesso di qualità scadente, e optare per una soluzione che ottimizza e personalizza lo spazio nel migliore dei modi.

Scegliere mobili artigianali equivale a ottenere una casa fatta di arredi originali e prestigiosi perchè curati in ogni dettaglio e realizzati con materie prime nobili, sfruttando le potenzialità di ogni singolo angolo.

Avere la possibilità di utilizzare lo spazio al meglio, ad esempio con armadi progettati in punti strategici fondamentali quando si ha a che fare con spazi piccoli, garantisce un'organizzazione generale importantissima per vivere con armonia la quotidianità, godendo tutti i vantaggi legati a ordine e funzionalità.

L'arredamento in stock, oltre a essere realizzato con materiali di basso profilo, non permette né la personalizzazione né l'ottimizzazione degli ambienti, dato che davvero difficilmente un mobile acquistato nelle grandi catene low cost rispecchia esattamente le caratteristiche e le misure di cui si ha necessità. Vediamo nel dettaglio tutti i principali vantaggi degli arredi artigianali, partendo dal fatto che l’Italia è, fortunatamente, la patria dell’eccellenza su questo argomento e ci sono diverse realtà che garantiscono arredo artigianale e su misura, come nel caso di www.arientiarreda.it.

Arredamento su misura, principali vantaggi

Scegliere mobili artigianali realizzati su misura comporta una serie di vantaggi da non sottovalutare. Che sia motivato da ragioni puramente estetiche o dalla necessità di sfruttare al meglio lo spazio, l'arredamento su misura è sempre la scelta da preferire sia nel breve che nel lungo termine.

L'artigiano di professione può trasformare i difetti di una casa in punti di forza attorno ai quali costruire arredi funzionali e di grande bellezza. Sottoscala che diventano librerie, pareti spoglie impreziosite da mensole e credenze dalle forme artistiche, tavoli a scomparsa o banconi che celano scomparti salva-spazio, solo per fare qualche esempio.

C'è poi la questione dei materiali: i mobili industriali vengono prodotti con materie prime di scarto che, oltre ad avere una durata limitata nel tempo, sono anche totalmente prive di qualità estetiche sia alla vista che al tatto.

Gli arredi in stock presentano difetti evidenti e poca resistenza nel tempo: viti e cerniere che saltano, colore che si sbecca e scolora, cassetti che si rompono con il peso degli oggetti all'interno e armadi che si deformano, sono le problematiche più comuni e nelle quali è più facile incappare.

Arredamento su misura, la questione dei costi

Il più grande vantaggio dei mobili in serie è legato al basso costo degli stessi. Tuttavia, vale la pena rispolverare un vecchio detto secondo cui “più si spende, meno si spende”; ovvero che investire una somma maggiore commissionando un mobile a un artigiano equivale a risparmiare i soldi nel tempo, senza sprecare denaro con pezzi economici che non avranno una buona riuscita negli anni.

Quella dei costi elevati legati alla produzione artigianale di mobili su misura è, in realtà, un mito da sfatare. È vero che il legno, essendo un materiale straordinariamente duttile e resistente, ha un costo elevato, ma in commercio si possono trovare anche legni meno costosi e pur sempre di pregio: la quantità di essenze fra cui poter scegliere è davvero ampia.
Pioppo, pino, faggio, betulla, abete sono molto diffusi e hanno un prezzo davvero modesto, pur prestandosi a numerosissimi usi. Ci sono poi i legni di qualità maggiore, come il rovere e il ciliegio, molto resistenti e dal fascino che cresce all'aumentare della stagionatura. Infine le essenze più pregiate: ebano, noce, quercia, tek e mogano, lussuosi e praticamente eterni.
Scegliere arredi su misura significa accogliere in casa vere e proprie creazioni artistiche, che come per incanto si fonderanno allo stile dell'ambiente circostante sprigionando infinita bellezza e autentica armonia.