Bere caffè appena svegli, cosa succede all’organismo: effetti scioccanti

Una bevanda che ci aiuta davvero molto ogni giorno è il caffè, ma berlo appena svegli fa davvero bene? Ecco cosa succede in realtà.

Bevuto da solo, macchiato o dentro al cappuccino, il caffè è una delle bevande preferite in tutto il mondo, ed ogni paese ha il suo modo di farlo mentre gli italiani provano a copiare qualche bevanda estranea come il mocaccino, il frappuccino, ed anche dargli l’aroma di nocciola, vaniglia, cioccolato e menta.

Quando è meglio bere caffè?
Caffè in tazza (Foto da Canva) – Lindiscreto.it

Grazie poi alle cialde e capsule per le macchinette lo si può avere sempre caldo in ogni momento della giornata senza però abusarne, il massimo sono 3 tazzine al giorno, se poi lo si prende senza zucchero è meglio ancora per chi soffre di diabete o altre patologie a livello gastrico, infatti può portare molte volte ad acidità.

Fa bene bere il caffè appena svegli?

Nonostante questo il caffè ha molti altri benefici oltre a tenere svegli e ricaricarsi, questo l’hanno notato i maggiori consumatori di questa bevanda, dopo alcuni esami hanno notato un buon funzionamento del fegato e sono anche meno a rischio di essere colpiti da malattie neurodegenerative come il Morbo di Alzheimer, riduce il rischio di infarti ed ictus e tumori o cancri anche al colon.

Caffè ed organismo personale
Caffeina (Foto da Canva) – Lindiscreto.it

Ma tornando alla domanda di partenza, la caffeina pure, senza dolcificanti e latte, se bevuta appena svegli non aiuta molto a ridurre il sonno e a tenersi attenti durante il giorno, infatti alcuni scienziati hanno scoperto che ci sono diversi orari in cui il caffè fa davvero effetto e chi lo beve di mattina presto piano piano crea una specie di tolleranza che non aiuta molto ad affrontare una giornata di lavoro.

Ovviamente ci sono alcuni casi che la caffeina fa lo stesso dormire la notte se assunta dopo cena, ma possono essere anche questi chiari segni di tolleranza alla bevanda che, invece di stimolare il cervello non fa effetto, in questo caso l’organismo è cambiato e gli ormoni come il cortisolo (ormone che tiene svegli) non intralcia l’orario del sonno, quindi quando è meglio berlo?

Il consiglio che spesso viene dato anche da dietologi e dottori è di assumere il caffè dalle 9 alle 11 e dalle 14 fino alle 17, non sarà facile e non è un obbligo che bisogna seguire, sono solo consigli per far funzionare meglio sia l’azione vera della caffeina che dei normali ormoni del nostro corpo che, prima di assumere questa bevanda, aveva altri modi per funzionare, durante questi orari il cortisolo funzionerà regolarmente.

Cambiamenti a causa caffè
Caffè dalla macchinetta (Foto da Canva) – Lindiscreto.it

All’inizio potrebbe essere difficile, anche se poi ci sono persone che preferiscono non berlo più perché il caffè intacca a livello emozionale e psicologico portando anche attacchi d’ansia e stress, quindi preferiscono assumere bevande sostitutive come orzo, il decaffeinato ed il tè.

Impostazioni privacy