Coach Graziosi: «I tifosi meritavano di assistere al trionfo con Vibo»

VOLLEY – Una festa nella festa al PalaPrincipi di Potenza Picena dopo la vittoria al tie-break della B-Chem contro la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia nella nona giornata di ritorno della Serie A2 UnipolSai.

Infatti, il successo di ieri (domenica 8 marzo) contro la compagine di Luca Monti è valso per i biancazzurri la certezza del terzo posto matematico con una flebile possibilità di cercare l’assalto alla seconda piazza. A due giornate dal termine della stagione regolare, il Volley Potentino vanta 42 punti in classifica con un ritardo di cinque punti sulla capolista Sieco Service Ortona e di sole tre lunghezze sulla seconda forza del torneo, ovvero la Globo Banca del Popolare Sora, che però con una vittoria interna da tre punti contro la Centrale McDonald’s Brescia nel prossimo turno metterebbe al sicuro la propria posizione (In caso di arrivo a pari punti con Potenza Picena avrebbe dalla sua il numero di gare vinte). La più bella notizia delle ultime 24 ore in casa B-Chem, oltre al risvolto psicologico di una vittoria meritata contro una big, è la distanza immutata con la Cassa Rurale di Cantù, quarta in campionato con 36 punti e tre vittorie in meno dei marchigiani in cassaforte. Una statistica decisiva perché anche in caso di due sconfitte di Potenza Picena e altrettante vittorie dei brianzoli negli ultimi scampoli del girone di ritorno il terzo posto sarebbe garantito per il sestetto di Gianluca Graziosi. Il coach originario di Falconara è entusiasta dei risultati raggiunti ed è consapevole che gli spareggi promozione daranno il via a un nuovo torneo. Sorridente anche il palleggiatore biancazzurro Pier Paolo Partenio, autore di una buona prova nel remake della finale di Coppa Italia e desideroso di sfornare exploit in serie anche nelle gare dei playoff.

Gianluca Graziosi (tecnico del Volley Potentino): «Complimenti ai ragazzi! Siamo terzi senza correre il rischio di perdere la posizione. Ai playoff giocheremo l’eventuale bella dei quarti in casa. Stiamo lavorando per imparare a gestire meglio le situazioni favorevoli, ma anche ieri sul 2-0 per noi abbiamo avvertito un calo. Sulla tecnica e la forza dei miei atleti non si discute…i problemi sono solo di nervosismo. In gare di questo livello non sono ammesse distrazioni. Sono contento per il pubblico che si meritava una vittoria del genere dopo la delusione in finale di Coppa Italia. Daremo il massimo anche nei prossimi due incontri, ma superare Sora in classifica sarà quasi impossibile. Agli spareggi dovremo ritrovare la spensieratezza che ci ha portato fino a questo punto e che considero un’arma in più. Le avversarie saranno tutte fortissime e gli innesti di mercato last minute daranno benzina alle nostre principali contendenti».

Pier Paolo Partenio (alzatore del Volley Potentino): «E’ stato bello rigiocare un’altra grande battaglia contro Vibo. Entrambe le squadre hanno dimostrato di essere ottimi collettivi, ma sono dispiaciuto per non aver chiuso i conti al terzo set. Quando siamo sereni possiamo battere chiunque, ma se andiamo in confusione ci facciamo del male da soli. Non possiamo sprecare occasioni del genere. Nella prima parte del campionato eravamo più tranquilli, poi quando abbiamo capito di poter lottare per grandi traguardi è cresciuto un po’ di nervosismo, anche se nei momenti clou diamo il meglio. Un esempio? Gli avversari hanno murato più di noi, ma i nostri block sono stati per la maggior parte in fasi delicate del match. Il chiarimento con Sintini durante la gara? Jack è venuto a parlarmi con la massima tranquillità perché c’era stata qualche occhiata di sfida con Zanuto nell’azione precedente, ma tutto è finito lì. E’ stata una partita corretta con avversari che stimiamo. Da domani mi concentrerò sulla sfida casalinga con Reggio Emilia e sulla trasferta contro Tuscania. Poi penserò ai playoff. Non ho preferenze sugli abbinamenti perché vorrei arrivare fino in fondo indipendentemente dalla griglia. Le altre squadre stanno rivoluzionando i roster ed è assurdo che il regolamento lo consenta, ma noi ce la metteremo tutta».

Impostazioni privacy