Come scegliere il cibo migliore per il tuo cane di piccola taglia

198

Dai Chihuahua che possono stare sul palmo di una mano agli Alani che possono mangiare sulla tua tavola, possiamo dire che i fisici dei cani sono tanto vari e diversi tanto quanto le loro personalità. Naturalmente, cani diversi hanno esigenze nutrizionali molto diverse.

La dimensione in questo caso è un fattore determinante nelle esigenze dietetiche. I cani di piccola taglia potrebbero avere esigenze e preferenze alimentari piuttosto diverse dai loro cugini più grandi, e non solo in termini di quantità di cibo. Una dieta nutriente è la base della vitalità generale, quindi è fondamentale assicurarsi che il tuo cane di piccola taglia riceva il cibo giusto per mantenere sano il suo specifico tipo di corpo.

Se stai cercando il cibo ideale per il tuo cane di piccola taglia, ecco quattro cose fondamentali che dovresti sapere:

1. I cani più piccoli hanno un metabolismo più veloce

Ecco un fatto sorprendente sul regno animale: in generale, più piccolo è l’animale, più veloce sarà il suo metabolismo. I colibrì, ad esempio, mangiano da una a tre volte e mezzo il loro peso corporeo ogni giorno per alimentare il loro metabolismo, che è cento volte più veloce di quello di un elefante.

Questa regola vale anche per i cani. Ecco perché, un cane piccolo ha effettivamente bisogno di mangiare più di uno grande.

Ciò significa che il tempismo può essere un fattore più importante per nutrire un cane di piccola taglia di quanto lo sarebbe per uno più grande. Non solo si sentiranno affamati più facilmente, ma se avranno troppa fame tra i pasti, questo può indurli a ingurgitare il cibo troppo velocemente quando ne hanno l’opportunità, facendoli ammalare. Pertanto, i cani di piccola taglia possono sentirsi meglio somministrando pasti più piccoli e più frequenti.

Non esiste una regola rigida sul miglior programma di alimentazione per il tuo cane di piccola taglia, ma generalmente dal momento dello svezzamento a partire da circa 6 settimane fino ai 6 mesi, si consiglia di nutrire i cuccioli 3-4 volte per giorno. Da quel momento in poi, puoi passare a un programma di alimentazione che prevede due pasti al giorno, ma se noti che sembrano affamati ben prima dell’ora di cena, lottano per l’energia o divorano il loro cibo, potresti prendere in considerazione una suddivisione del cibo in 3 o 4 pasti giornalieri.

2. I cani di piccola taglia e la salute

Un altro motivo per assicurarti che il tuo cane di piccola taglia riceva abbastanza calorie è a causa di una condizione potenzialmente pericolosa che richiede una diligenza speciale per evitarla: l’ipoglicemia.

L’ipoglicemia è semplicemente il termine medico per indicare un basso livello di zucchero nel sangue, un problema comunemente affrontato dagli esseri umani che soffrono per il diabete. Quando i livelli di zucchero nel sangue diminuiscono, il corpo perde energia per svolgere le funzioni di base ed entra in una sorta di modalità di emergenza per proteggere gli organi vitali. I sintomi dell’ipoglicemia possono includere debolezza, letargia, tremori e forse anche convulsioni. Se i livelli di zucchero nel sangue di un cane si abbassano abbastanza, può rivelarsi fatale.

A causa del loro minuscolo fegato, dove viene immagazzinato e prodotto lo zucchero, i cuccioli di taglia piccola hanno difficoltà a mantenere il loro livello di zucchero nel sangue, specialmente se ricevono un nutrimento inadeguato o se la loro alimentazione non è adatta e sufficiente.

Il modo migliore per prevenire l’ipoglicemia è assicurarti che il tuo cane sia ben nutrito durante l’arco della giornata. La cosa più importante è che ricevano abbastanza calorie ogni giorno, ma se i loro pasti sono distribuiti troppo distanti, il loro livello di zucchero nel sangue potrebbe precipitare anche tra una pasto e l’altro. In secondo luogo, assicurati che il tuo cane riceva una dieta completa ed equilibrata, gli alimenti per cani equilibrati e sani contengono la miscela perfetta di proteine, grassi, carboidrati, fibre e micronutrienti per mantenere in salute il tuo cane di piccola taglia e rilasciano zuccheri più lentamente per livelli di energia più costanti e uniformi durante il giorno.

3. L’obesità nei cani di piccola taglia

Bisogna trovare il giusto equilibrio nella dieta da somministrare al cane di piccola taglia, non vogliamo offrirgli troppo cibo o troppo poco.

Sebbene possa essere meno immediatamente evidente sui loro corpi più piccoli, l’obesità può colpire anche i cani più piccoli. E proprio come nei cani di grossa taglia, l’obesità può causare una serie di problemi di salute molto gravi, i cani in sovrappeso sono più inclini a malattie come cancro, diabete e malattie cardiache, problemi che possono influire notevolmente sulla loro qualità di vita e abbreviarne la durata.

Come puoi sapere se il tuo cane di piccola taglia è obeso? Per prima cosa, prova a pesarlo, se noti il 10 o il 20% di peso in più al di sopra del suo peso corporeo ideale, questo è generalmente considerato sovrappeso.

Per un verdetto più accurato, puoi anche valutare il punteggio della condizione corporea del tuo cane. Il BCS è una scala di valutazione a nove punti che valuta il loro tipo di corpo. I cani nella gamma 1-3 sono considerati sottopeso e tendono ad avere costole e spina dorsale facilmente visibili. Al loro peso ideale 4-5 BCS, puoi sentire le costole del tuo cane attraverso un sottile strato di grasso; visto dall’alto, il loro addome dovrebbe essere evidente dietro la gabbia toracica. Se la vita del tuo cane è arrotondata e la piega addominale è difficile da individuare, allora si trova nella fascia 6-9 e probabilmente sarà obeso.

Una dieta sana ed equilibrata è il modo migliore per evitare che il tuo cane diventi troppo magro o viceversa, ma dovresti sempre tenere d’occhio la forma del corpo del tuo cane, soprattutto quando invecchia. I cani più anziani possono avere esigenze nutrizionali mutevoli man mano che invecchiano, diventano meno inclini all’esercizio fisico e hanno bisogno di meno cibo in generale. Se il tuo cane di piccola taglia sembra acquisire peso, non aver paura di ridurre un po’ le porzioni e vedere come influisce sul suo corpo.

4. Il cibo di alta qualità

Il proverbio dice che una buona salute è qualcosa che puoi pagare ora o più tardi. Dovete sapere che non tutti preferiscono investire nel cibo salutare per il proprio cane e ciò condurrà inevitabilmente a pagare più fatture al veterinario di fiducia. La ricerca ha dimostrato che il cibo per cani convenzionale contiene una vasta gamma di ingredienti senza etichetta; uno studio ha rilevato che 13 marchi su 14 contenevano persino una proteina animale che non avrebbero dovuto contenere. Sia i cibi umidi che quelli secchi sono spesso contaminati da tossine pericolose, da metalli pesanti come piombo, cadmio e mercurio a pesticidi, antibiotici, arsenico e tossine fungine.

Nutrire il tuo cane con cibo di bassa qualità contaminato da queste tossine per tutto il corso della sua vita può causare una serie di gravi problemi di salute in qualsiasi fase, tra cui malattie renali ed epatiche, problemi scheletrici e articolari, malattie cardiache e cancro. I cani di piccola taglia, con il maggior volume di cibo che consumano, sono particolarmente sensibili all’accumulo di queste tossine.

Ogni anno, i proprietari di cani spendono innumerevoli somme in visite veterinarie prevenibili e per acquistare degli integratori alimentari per risolvere i problemi causati da una dieta povera. Scegliere di investire nella salute a lungo termine del tuo cane nutrendolo con una dieta di cibo fresco, cucinato delicatamente e di alta qualità, piuttosto che le opzioni tradizionali piene di conservanti può aiutare a evitare un sacco di problemi di salute per il cane e stress finanziario in seguito.

L’equilibrio è molto importante soprattutto quando si tratta di nutrire un cane di piccola taglia, nella composizione e nella quantità di cibo di cui ha bisogno e nel trovare il giusto programma di alimentazione. Ma apportando qualche modifica al suo nutrimento, sarai pronto per vivere una vita appagante e sana con il tuo cane di taglia piccola.