La Nutraceutica e l’importanza di un’alimentazione corretta

SALUTE E BENESSERE –  La nutraceutica, espressione creata dall’unione di due parole: nutrizione e farmaceutica, nasce alla fine degli anni ’80 quando un ricercatore americano, Stephen De Felice, svolge delle ricerche sui cosiddetti alimenti funzionali.

Da allora ha fatto enormi passi avanti e attraverso numerosi convegni e congressi – vedi l’ultimo Congresso Nazionale del 14 ottobre organizzato a Roma dal Prof. Scudieri –  è riuscita a promuovere con maggior impulso gli studi che dimostrano lo stretto legame esistente tra salute e alimentazione.

Oggi dalla comunità scientifica è unanimemente accettato che esiste una stretta correlazione tra ciò che mangiamo e le reazioni positive o negative che il nostro corpo ha. Non solo, ma la nutra genomica, nuova frontiera della nutraceutica, ha dimostrato scientificamente che il cibo è in grado di interagire con il nostro DNA; ad esempio la dieta mediterranea controlla i geni responsabili di malattie legate allo stato di salute del cuore.

L’alimentazione oggi deve quindi essere considerata come un elemento di fondamentale importanza per il nostro benessere e come tale deve essere trattata.

Cosa fa esattamente la Nutraceutica?

Seleziona i nutrimenti secondo la specifica funzione che compiono all’interno del nostro organismo, indaga con metodo scientifico quali alimenti contengono principi attivi che fanno bene all’organismoe che possono ad esempio prevenire patologie cardiovascolari e/o degenerative. La nutraceutica studia quali conseguenze ha il cibo sul nostro corpo e individua gli alimenti funzionali che aumentano le nostre aspettative di vita e ritardano il processo di invecchiamento.

Gli Alimenti Funzionali

Gli alimenti nutraceutici sono numerosi, per la maggior parte di origine vegetale, si ritrovano nella frutta, nelle verdure, nelle fibre e nelle proteine di soia, vediamo i più importanti:

–          Lo yogurt contiene i probiotici: sono batteri vivi, utilizzati per regolare la flora batterica intestinale.

–          I prebiotici sono sostanze organiche non digeribili che stimolano la crescita di batteri “buoni” presenti nel colon.

–          Negli spinaci nei cavoli e nelle uova troviamo la leutina che serve alla vista.

–          I legumi sono ricchi di isoflavoni, usati nella terapia ormonale sostitutiva nel trattamento dei sintomi della menopausa.

–          Nella corteccia del pino marittimo abbiamo Il picnogenolo che aiuta a proteggersi dalle malattie cardiovascolari.

–          Nel vino e nell’uva, Il resveratolo che ha forti proprietà antiossidanti.

–          La zucca, la carota, l'anguria, il peperone, il pomodoro, l'albicocca ed il melone sono particolarmente ricchi di carotenoidi agente fotoprotettivo.

–          L’acido folico, essenziale per la vita dell’uomo in quanto molto importante per la crescita e riproduzione cellulare, lo ritroviamo nel lievito e negli spinaci.

–          Le mandorle, le ciliegie, il mais, l’avena, l’uva ilvino rosso, i peperoni, i cavoli e le cipolle regolano il ritmo circadiano favorendo il sonno essendo ricchi di melatonina.

–          Il pesce azzurro, il salmone, iltonno e sgombro, sono ricchi di Omega3 che  aumentano il valore del colesterolo “buono” HDL e diminuiscono quello del colesterolo “cattivo” LDL preservando le funzioni cardiache. Inoltre aiutano la vista e proteggono i tessuti neurali.

–          L’olio extravergine di oliva, ha proprietà antiossidanti, neutralizzando i radicali liberi contrastano i danni al DNA delle cellule.

–          I pomodori, i kiwi e le arance aumentano la produzione di collagene, migliorano il metabolismo, proteggono il sistema nervoso, riducono l’affaticamento e combattono la stitichezza.

–          L’Avena e l’orzo contrastano il colesterolo.

–          Le uova e la soia migliorano le funzioni epatiche, combattono la stanchezza e accelerano il metabolismo.

–          La frutta e la verdura contengono la vitamina C e i polifeonliche hanno proprietà antiinfiammatorie, antibatteriche, antiossidanti e antiaterogene.

La nutraceutica oggi ha ormai un valore scientifico riconosciuto, il suo scopo è quello di educare ad una sana e corretta alimentazione che unita ad uno stile di vita non sedentario può prevenire molte malattie come l’ipertensione, il diabete, l’obesità, patologie degenerative del sistema nervoso, metaboliche e neoplastiche.

Occorre prendere coscienza che le mode importate da altri Paesi che hanno visto la crescita di fast food e similari così come  diffusione di stili alimentari alternativi  (vegani e metatariani in primis) sono potenzialmente pericolose e solo un’alimentazione basata su studi scientifici come la nutraceutica è in grado di migliorare lo stato di salute dell’uomo.

Per approfondimenti sull'argomento il ildottorerisponde.it mette a disposizione  un nutrizionista endocrinologo per un consulto gratis e anonimo direttamente a questa pagina