Minorenne si allontana dalla comunità e scompare: ritrovata dopo due mesi

177

La Polizia di Stato, dopo un’intensa attività di indagine ha rintracciato una minore straniera scomparsa da oltre due mesi da una comunità nella provincia di Fermo: proveniente da Bolzano, si era allontanata dalla comunità il 21 giugno scorso, facendo perdere le proprie tracce.

In questo lasso di tempo è stata a Venezia e infine è stata rintracciata ieri in provincia di Caserta, mentre era in auto con due uomini suoi connazionali, che sono stati arrestati per il possesso di 320 grammi di marijuana.

Per farla riunire ai suoi genitori hanno collaborato le Squadre Mobili di Fermo, Bolzano, Caserta. Ipotizzando un allontanamento non volontario, la Prefettura di Fermo aveva attivato il Piano di ricerca per le persone scomparse e la Squadra Mobile di Fermo aveva avviato le indagini, coordinate dalla Procura, per sottrazione di minorenne. Durante le ricerche sono state visionate le immagini dei sistemi di videosorveglianza, pubblici e privati, in prossimità della comunità, delle strade adiacenti e delle stazioni ferroviarie e sono stati vagliati profili social riconducibili alla minore, anche se non aveva un cellulare con scheda Sim localizzabile, mentre la Squadra Mobile di Bolzano ha svolto accertamenti sulle sue frequentazioni. Individuato un account effettivamente usato dalla ragazza, gli operatori della Squadra Mobile di Fermo sono riusciti ad instaurare con lei una conversazione. Che però è stata troncata e l’account bloccato.

Poi dall’analisi di foto e video, la giovane è stata localizzata a Venezia, ma dopo perquisizioni a casa delle persone che la ospitavano si è scoperto che si era nuovamente allontanata con due sconosciuti.

Infine i poliziotti sono riusciti a mettersi in contatto con lei fingendosi suoi coetanei, sul suo profilo Instagram individuandola in provincia di Caserta, dove la Squadra Mobile campana ha fermato il veicolo dove stata viaggiando con i due connazionali. La ragazza, come disposto dal Tribunale minorile di Bolzano, è stata per poche ore presso una casa famiglia e poi affidata ai genitori.