Carne al supermercato, cos’è quel liquido rosso sul fondo della confezione: la risposta è stupefacente

Il liquido rosso che si nota nelle confezioni di carne del supermercato? No, non è sangue. Scopriamo di cosa si tratta.

Capita spesso, quando si acquista carne confezionata al supermercato, di notare all’interno della confezione del liquido rosso; diamo per scontato sia sangue, in realtà non è così, si tratta di tutt’altra cosa.

carne confezionata cosa sapere
Bacone di carne confezionata (foto da Canva) -Lindiscreto.it

È capitato a tutti almeno una volta, di prendere la carne dalla confezione e notare del liquido rosso scorrere sul fondo della stessa e pensare, anche con un po’ di ribrezzo, che si trattasse di sangue. È bene però sapere che si tratta di una falsa credenza e che quella sostanza così liquida non è il sangue dell’animale. Si tratta però di un elemento che non va buttato in quanto ricco di nutrimenti per l’uomo.

Quel liquido rosso della carne è miglobina, una proteina molto importante

Ebbene sì, non si tratta di sangue ma di miglobina una proteina per niente dannosa per l’uomo, al contrario svolge un compito molto importante per cui assumerla non è affatto un male.

miglobina cos'è
Carne cruda (foto da Canva) -Lindiscreto.it

La miglobina è una proteina caratteristica del tessuto muscolare e si occupare di legare il ferro e l’ossigeno. Rispetto alla più conosciuta emoglobina che si occupa della distribuzione dell’ossigeno in tutto l’organismo, la miglobina ha il compito di immagazinare l’ossigeno per poi andarlo a sfruttare nella produzione di energia necessari alla contrazione muscolare.

Inoltre, questa proteina è anche responsabile della colorazione della carne; essendo la proteina dei muscoli, più ci si muove più la carne assume un colore rosso intenso, per questo bovini e ovini hanno carne rossa, mentre i pollo no. Va da sé, quindi, che si tratta di una sostanza buona e non qualcosa da guardare con sospetto se si nota questo liquido rosso nella confezione, per cui non deve diventare una discriminante negativa nella scelta della carne confezionata. Tra l’altro, c’è da considerare anche non può per legge trattarsi di sangue, visto che le normative prevedono il totale dissanguamento dell’animale prima della vendita e quello che resta è composto dal 75% di acqua.

taglio di carne
Taglio della carne dal macellaio (foto da Canva) -Lindiscreto.it

Trattandosi essenzialmente di proteine e ossigeno, questo liquido in cottura scompare, il che spiega anche perché una volta cotta il volume della carne diminuisce. Per, infine, si tratta di una sostanza ricca di ferro che se assunta non può che fare del bene e aumentare i livelli di quest’ultimo nel sangue.

Impostazioni privacy