Come favorire la produzione di testosterone naturalmente

168

Scopriamo insieme le funzioni di quest’ormone

Il testosterone è un ormone molto importante che, benché strettamente correlato alla sfera sessuale, ha un impatto notevole anche su altri aspetti della salute.

Giusto per fare qualche esempio, esso è responsabile della produzione delle proteine. Una dimostrazione evidente di ciò è il fatto che gli uomini ( che producono una quantità notevolmente maggiore di testosterone rispetto alle donne ) abbiano in media una massa muscolare maggiore delle donne.

Gli studi dimostrano anche come quest’ormone sia legato alla produzione di globuli rossi o alla corretta formazione delle ossa. Questo è un altro motivo per cui l’osteoporosi è molto spesso più appannaggio del gentil sesso.

Ma l’avanzare dell’età comporta un naturale e graduale declino nella formazione del testosterone.

Gli uomini dopo i 50 anni possono infatti scontrarsi con una carenza dell’ormone, e questo si può ripercuotere soprattutto sulla vita sessuale, dando origine ad un calo della libido, a delle prestazioni insoddisfacenti e a problemi di disfunzione erettile.

La buona notizia è che ci sono dei modi per aumentare la sua produzione in modo naturale. Andiamo a scoprire quali sono.

Alimentazione e integratori naturali

Grazie ad un’alimentazione sana ed equilibrata, che apporta nella giusta quantità elementi quali la vitamina D e lo zinco, si può stimolare la produzione di testosterone. Tra gli alimenti che contengono queste sostanze ci sono il tonno, le sardine, i tuorli d’uovo, le ostriche, i crostacei ed alcuni legumi.

Molti si affidano agli integratori sessuali, a dei prodotti per erezione di origine naturale contenenti estratti di alimenti che concentrano una buona dose di queste sostanze funzionali a favorire la libido e ad aumentare il piacere sessuale.

Esercizio fisico

Praticare esercizio fisico è un altro modo per migliorare direttamente la propria salute in generale, e di conseguenza anche la sfera sessuale. Quando facciamo sport, infatti, favoriamo lo sviluppo di massa magra a discapito di quella grassa. In questo modo stimoliamo la produzione di questo ormone.

Giusto riposo

Che dire del riposo? Se già sapevamo che dormire bene migliora la salute, oggi gli studi dimostrano che il sonno profondo e nella giusta quantità permette al nostro corpo di produrre quantitativi più elevati di testosterone.

Degli studi hanno infatti rilevato una quantità pari al 15 % in meno dell’ormone negli individui che dormivano in media meno di 7 ore a notte.

Combattere lo stress

A tutti capitano dei periodi particolarmente stressanti. Quando questo succede il nostro organismo rimane in un costante stato di allerta, aumentando il consumo delle risorse e liberando in circolo il cortisolo. Quest’ormone va a contrastare la produzione di testosterone. Ecco perché diventa importante tenere sotto controllo lo stress, capirne le cause e correre al più presto ai ripari.

Evitare l’alcol

L’alcol, anche se consumato in quantità equilibrate va a bloccare la produzione del testosterone per almeno 24 h. Vista la correlazione tra l’ormone e la produzione di proteine e di massa muscolare, è questo uno dei motivi per cui gli sportivi che vogliono meglio definire il loro corpo dovrebbero evitare l’alcol.